Brevi Primo Piano Sport

Sarnese alla prova Cerignola

 La Sarnese chiude il trittico di fuoco con un’altra delicata trasferta a Cerignola. I pugliesi sono secondi in classifica e hanno il dente avvelenato. Nell’ultimo turno, infatti, il Cerignola ha perso in casa a sorpresa con l’Altamura per 3-2, vedendo il Potenza allontanarsi a sei punti. La sconfitta interna è costata la panchina a Feola, sostituito da Teore Grimaldi, ex Frattese e Gladiator. Dopo l’epurazione di Iannini, Gambino, Benvenga, Varsi, Dascoli e Volteggi, il Cerignola dà il benservito anche alla punta argentina, Anibal Montaldi, uno dei pezzi pregiati dello scorso mercato estivo. Costruita con ambizioni di primato, il Cerignola si ritrova attardato, pagando a differenza del Potenza, una mancata continuità. I gialloblu hanno perso lo scontro diretto con la capolista 3-0, ma quello che ha fatto saltare i nervi è stato il ko nel derby con l’Altamura. Ora, la Sarnese si trova a scendere in campo in una situazione difficile. In un clima di ripartenza e di nuove motivazioni. I granata arrivano da tre pareggi e due sconfitte. La vittoria manca da molto, ma il gruppo non si avvilisce. Gazzaneo ha preparato la gara come ogni altra volta, senza alcun timore reverenziale. Anche contro il Potenza, la Sarnese, sebbene non favorita dal pronostico, se l’è giocata. La squadra giovane, con alti e bassi, punta sempre e solo alla salvezza e, fin qui, nonostante le incertezze sui calci piazzati, la classifica da ragione agli del presidente Origo. Favetta resta cannoniere del girone, ma manca un suo sigillo. È fermo a nove reti. Gli avversari hanno imparato a conoscerlo e, quindi, senza l’effetto sorpreso, l’attaccante è marcato a vista e con meno spazi. Contro i pugliesi, per Gazzaneo, resta solo l’incognita del recupero di Cioffi, infortunatosi. Il resto del gruppo è disponibile. La partita comincerà alle 16, in deroga all’orario federale.

Articoli correlati

Campania: 28 milioni per artigianato, ammesse a finanziamento 186 imprese

Redazione

Progetto socio lavorativo e sportivo per migranti. Il sindaco Canfora: “Il migrante protagonista della propria integrazione con scuole e società sportive”

Redazione

«Ho denunciato chi mi ha usato violenza» 

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy