Brevi Cronaca Primo Piano

Ruba 4mila euro di acqua. Preso dai carabinieri

Ruba l’acqua attraverso un allaccio abusivo. Finisce a processo un uomo di Angri. L’imputato, difeso dal legale Stanislao Sessa, risponde di furto aggravato. Avrebbe danneggiato la rete idrica gestita dalla Gori Spa, inserendo un tronchetto e creando così un allacciamento idrico abusivo con la propria abitazione. In questo modo, si sarebbe impossessato di una quantità d’acqua pari a 1789.07 metri cubi, corrispondenti a più di 4mila euro, meritando anche la contestazione di aver commesso il fatto, con tanto di danneggiamento, su beni destinati a pubblico servizio o pubblica utilità. Ad incastrarlo furono i carabinieri di Angri, che, insieme al supporto di un geometra in servizio presso la Gori, individuarono l’allacciamento abusivo. Da lì, si giunse ad identificare l’autore, che possedeva un’armeria. L’attività d’indagine è stata coordinata dal sostituto procuratore Valeria Vinci, mentre il processo sarà celebrato il prossimo 18 luglio dal giudice monocratico del tribunale di Nocera Inferiore, Anna Allegro.

Fonte IL MATTINO 

Articoli correlati

Comune cerca praticanti geometri. Ecco come candidarsi

Redazione

Andrea, la passione per la montagna e quel lavoro saltuario

Redazione

A Sarno nasce l’ambulatorio endoscopico. Ecco come prenotare

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy