Sarno Notizie
CampaniaSarnoSalerno

Ricostruzione post frana, due milioni dalla Regione

 

Dalla Regione Campania 2 milioni di euro per liquidare la ricostruzione delle abitazioni distrutte dalla frana del 5 maggio 1998.

Il Comune subentra all’Ufficio Speciale Grandi Opere nel perfezionamento delle pratiche e delle procedure relative alla ricostruzione. Dunque l’ente comunale diventa ente attuatore. Una richiesta avanzata proprio da Palazzo San Francesco, su proposta dell’ assessore Eutilia Viscardi, e che la Regione ha accolto ed approvato. L’obiettivo principale è dare impulso al completamento delle pratiche residuali e dare risposte concrete a circa 20 cittadini che attendono da ben 23 anni.

«Stiamo lavorando per chiudere questo altro capitolo che riguarda il post frana ha detto il sindaco Giuseppe Canfora Sono atti e famiglie che attendono da tempo. Da ente attuatore, il Comune saprà dare una ulteriore accelerata perché abbiamo già predisposto le procedure. Ringrazio la regione Campania, per la sensibilità e la vicinanza alla nostra comunità. La sinergia tra istituzioni sta dando delle importanti risposte che si traducono in opere».

Sarà trasferita la provvista finanziaria di 1.913.102,87 euro. A spiegarlo è l’assessore Viscardi. «Ho la delega da pochi mesi e con il sindaco e l’ ingegnere Santorelli abbiamo avviato trattative con i funzionari regionali per velocizzare le liquidazioni, con il trasferimento al nostro ente dei fondi. Un ringraziamento anche all’ ingegnere Angelino, che ha memoria di tutte le vicende. La volontà di gestire è stata manifestata nella delibera di giunta n. 48 del 29.03.2021 con la quale abbiamo chiesto, nello spirito di leale collaborazione, di subentrare all’ Ufficio Speciale Grandi Opere nel perfezionamento delle pratiche e delle connesse procedure relative alla ricostruzione del patrimonio abitativo della città andato distrutto o danneggiato dagli eventi alluvionali del 5 e 6 maggio 1998, previo trasferimento dei necessari fondi al bilancio comunale.

La Giunta Regionale, con la delibera del 26 Maggio 2021 n. 213 ha accolto la nostra istanza ed ha nominato il Comune ente attuatore, traferendoci quasi 2 milioni di euro. L’ ufficio tecnico aveva già predisposto un elenco comprendente le pratiche di contributo in attesa di assegnazione o di completamento dei ratei di erogazione. Ora occorrerà attendere il trasferimento dei beni e firmare una convenzione con la Regione, ma si vede la luce in fondo al tunnel per queste persone. La città di Sarno ha la necessità di chiudere la triste pagina della frana del 1998. Dovranno rimanere solo il ricordo e l’ obbligo di commemorare e ricordare».

Articoli correlati

Vola la giovane Sarnese di Gazzaneo: tris a domicilio al Taranto

Redazione

Incendio all’impianto di rifiuti. “Ci stanno uccidendo!”

Redazione

Brucia sterpaglie e inala fumo: anziano ha un malore

Redazione

La Sarnese cede in casa al Taranto

Redazione

La prima nata in Italia nel 2024 è in Campania: Capodanno speciale

Redazione

Allerta meteo in Campania prorogata fino alla mezzanotte di oggi: rischio frane

Redazione