Sarno Notizie
Agro Nocerino SarneseSarnoVideo

Record di nascite all’ospedale di Sarno, nuovi obiettivi per il 2024

Impennata di parti spontanei e meno cesarei, uno degli indicatori di qualità che viene monitorato nel piano nazionale

Dal rischio chiusura a numeri di nuovo record. È la rinascita del reparto di ginecologia ed ostetrica dell’ospedale Martiri del Villa Malta. Un punto nascita indispensabile per l’Asl di Salerno.

Sono stati mesi complicati, quelli del 2023, di grandi sacrifici per riuscire a restare in piedi e garantire un servizio sanitario. Gli obiettivi per il  2024 nel nostro servizio video.

“La Unità Operativa di Ginecologia ed Ostetricia del Presidio Ospedaliero Villa Malta ha festeggiato con un giorno di anticipo la fine di un anno contrassegnato dal rilancio del suo punto nascita che festeggia anche il traguardo dei 500 parti. Era questo un obbiettivo prefissato e raggiunto proprio alla fine del 2023. Numeri significativi con + 19% rispetto all’anno precedente malgrado il continuo decremento delle nascite al livelli nazionale. In Italia, infatti, ancora un anno contrassegnato dalla denatalità che segna -1.7% rispetto all’anno precedente

In controtendenza quindi il punto nascita di Sarno, segno di una aumentata fiducia dell’utenza che ha scelto di partorire qui per la qualità della assistenza offerta alle future mamme. Sempre più numerose le donne

dell’Agro Sarnese Nocerino e non solo hanno scelto di dare alla luce i loro bimbi accompagnati dalla equipe guidata dal dott. Carlo Carravetta. Le ostetriche coordinate da Antonella Carrozza hanno dato non solo il supporto professionale, ma anche quello emotivo alle tante donne che hanno scelto Sarno proprio per l’accoglienza offerta dal personale.

I medici Wanda Attianese, Fiorina Citarella, Valentino De vivo, Ornella Di Marino, Veronica Gambardella Angelo Marino ed Annarita Palumbo hanno con grande professionalità ed abnegazione contribuito alla qualità dell’assistenza promuovendo e favorendo il parto naturale riducendo al minimo il ricorso al taglio cesareo con tutti vantaggi che questo comporta per le future mamme ed il  bimbo.

Sono stati attivati dei percorsi di continuità che hanno permesso alle donne di essere accompagnate sino all’evento parto entrando in contatto con tutta l’equipe sin dall’inizio della gravidanza in modo da arrivare preparate, informate e consapevoli alla nascita. Il nuovo anno sarà affrontato  con nuovi traguardi da raggiungere, il più importante dei quali sarà la

possibilità di “partorire in acqua” in maniera sempre più naturale e demedicalizzata in linea con la politica di “umanizzazione dell’evento nascita” che la ASL Salerno sta promuovendo con grande decisione la Direzione Strategica della ASL e quella Sanitaria di Presidio hanno Iniziato la Progettazione e realizzazione del nuovo blocco parto che verrà portata a termine nel nuovo anno. Nuove sfide, nuovi traguardi per una assistenza sempre più al passo con le esigenze di un Percorso Nascita moderno ed innovativo.

Articoli correlati

Sarnese, Origo cede la società?

Redazione

VIDEO | Mega discarica sequestrata ed abbandonata. Squillante bacchetta Canfora

Redazione

VIDEO | Arriva l’assistenza economica finalizzata. Ecco cosa è…

Redazione

Bimbo di 4 anni schiacciato da cancello, in gravi condizioni

Redazione

Pontecagnano: stroncato dal covid medico del 118

Redazione

VIDEO | Elezioni Amministrative 2015 – Marco Amatrudo: “Noi siamo il cambiamento certo”

Redazione