Brevi Cronaca Primo Piano

Rapina a mano armata in macelleria, spari e terrore

Banditi armati in una macelleria di via Poggiomarino. Il titolare tenta di nascondere l’incasso della settimana scatenando la rabbia dei malviventi che sparano contro una vetrina per costringere il commerciante a consegnare i soldi, circa diecimila euro. È stato un colpo pianificato con attenzione quello messo a segno ieri, poco dopo le 13, dai tre rapinatori che hanno fatto irruzione nella macelleria-gastronomia «Terre e sapori», fra Scafati e i paesi vesuviani. Ne sono convinti gli investigatori che stanno cercando di identificarli. I malfattori erano al corrente, secondo chi conduce le indagini, del fatto che il titolare del negozio fosse solito depositare in banca, ogni lunedì mattina, l’incasso dell’intera settimana; sapevano insomma, che ieri nel registratore di cassa avrebbero trovato un bottino sostanzioso.

I tre complici hanno pensato bene di fare irruzione nella macelleria pochi minuti prima della chiusura. Sono da poco trascorse le 13. I malviventi arrivano a bordo di un’utilitaria. Parcheggiano, entrano nel negozio e chiudono la porta. Hanno tutti i volti coperti da passamontagna e sono armati. Il titolare, che sta chiudendo i conti, non ha scampo. Uno dei tre gli punta l’arma contro costringendolo ad aprire la cassa. Nel registratore c’è il guadagno della mattinata ma c’è anche una busta con dentro l’incasso della settimana. In tutto circa diecimila euro. 

Fonte Il Mattino

Articoli correlati

Anton, senzatetto bulgaro, trova una casa famiglia

Redazione

Raid incendiario e scritte sui muri, acquisite le immagini delle telecamere

Redazione

Fotomontaggio choc: Sarno come piazzale Loreto. Dura la condanna

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy