Notizie Primo Piano Cronaca Brevi

Protesta estrema, si taglia la pancia negli uffici dei servizi sociali

Ferito

L’assessore Vincenzo Salerno: “E’ un soggetto che seguiamo da tempo anche con contributi e pacco alimentare”

E’ arrivato al comune di Sarno per parlare con l’assessore ai servizi sociali, Vincenzo Salerno,  e, non trovandolo, per protesta ha tirato fuori dalla tasca una lametta e si è tagliato la pancia. E’ accaduto questa mattina, intorno alle 11:30, quando un uomo, di circa 40 anni, è arrivato negli uffici dei servizi sociali del comune lamentando problemi economici e chiedendo di poter parlare con l’assessore di riferimento. Quando gli è stato detto che in quel momento non era possibile, l’uomo esasperato ha dato in escandescenza. Prima urla ed improperi, poi il gesto estremo: con una lametta ha iniziato a tagliarsi l’addome. In quel momento negli uffici c’erano altre persone in attesa di essere ricevute. A bloccarlo i dipendenti comunali, i vigili urbani e sul posto è stato richiesto l’intervento di un’ambulanza del 118 e dei carabinieri. L’assessore Salerno in mattinata non era al Comune, ma al Coordinamento del Piano di Zona. “Tengo a precisare che la situazione di questa persona è già seguita e monitorata dai servizi sociali da tempo. – ha spiegato –  Gli vengono erogati i buoni spesa, ogni mese gli viene dato il pacco alimentare. Ha dato già in escandescenza in passato e spesso l’ho dovuto calmare per evitare il peggio. Cerchiamo di fare il possibile per le fasce disagiate”

Articoli correlati

Consiglio comunale senza maggioranza, Francesco Squillante capogruppo dell’Udc: “Ennesimo atto di prepotenza”

Redazione

Rifiuti nell’area industriale, nei guai imprenditore di Sarno

Redazione

Garanzia giovani: arrivano 200 milioni

Redazione

Covid Campania, 1.841 casi e 10 morti. I dati del 17 dicembre 2021

Redazione

Falso dentista, malmenato Luca Abete

Redazione

Natale lanciatosi dal Fiordo di Furore: “Le correnti hanno trasportato lontano il corpo”

Redazione