Sarno Notizie
AttualitàSalerno

Pronto soccorso, è partito il concorsone unico regionale

L’obiettivo è reclutare 363 dirigenti medici in tutto il territorio regionale

 

È la prima procedura di questo tipo della Regione Campania, un concorso dai grandi numeri: 363 dirigenti medici da reclutare con avviso unico, il cui iter è partito poche settimane fa, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (n. 15, 4° serie del 20 febbraio 2024).

Un’innovazione organizzativa e rapida, voluta fortemente dalla Regione Campania, con capofila l’ASL di Salerno, che ha lo scopo di consolidare le dotazioni organiche di tutte le Aziende Sanitarie regionali nella disciplina di medicina d’emergenza-urgenza. Una strategia per porre il freno alla grave sofferenza delle Aziende dettata dalla carenza di personale cronica a livello nazionale che colpisce la disciplina dei medici dedicati ai Pronto Soccorso.
Nelle scorse settimane le Aziende Sanitarie e le Aziende Ospedaliere regionali hanno stimato direttamente il proprio fabbisogno. Su queste, poi, l’ASL Salerno, in qualità di azienda capofila individuata dalla Regione Campania, ha avviato le procedure per il concorsone regionale. L’obiettivo è quello di realizzare una graduatoria unica regionale da cui poi, dettata dalla necessità di evitare il turn over e il tasso di licenziamenti volontari molto alto per la disciplina, di ridurre la frammentazione delle procedure, e di garantire le sedi di Pronto Soccorso più periferiche e disagiate della Campania, meno attrattive rispetto ai grandi centri della regione. “Ringraziamo la Regione Campania e le altre Aziende. Come ASL ci sentiamo investiti di una grande responsabilità. Anche sul nostro territorio viviamo da tempo l’ormai tragica difficoltà nazionale di reclutare personale per i Pronto Soccorso” dichiara il Direttore Generale, l’ing. Gennaro Sosto. “Il concorso unico regionale punta a centralizzare il reclutamento, a rendere più attrattivi i posti messi a bando per i Pronto Soccorso e mira a dotare in tempi rapidi tutti i PS, servizi imprescindibili e fondamentali per il Servizio pubblico regionale”.


Oltre ai medici specializzati nella disciplina, ai requisiti del possesso della laurea in medicina e chirurgia e all’iscrizione all’ordine dei medici, la platea dei possibili partecipanti è ampia. Possono infatti partecipare al concorso, tramite il portale aslsalerno.iscrizioneconcorsi.i t, coloro i quali siano regolarmente iscritti al corso di formazione specialistica, a partire dal secondo anno anche se sprovvisti della specializzazione richiesta. Possono inviare domanda anche i dipendenti in servizio a tempo indeterminato alla data del 2 febbraio 1998 presso le ASL e le Aziende Ospedaliere che abbiano la qualifica di dirigente medico nella disciplina di concorso.


Inoltre, possono partecipare all’Avviso anche coloro i quali, all’interno del personale medico, abbiano maturato esperienza di almeno tre anni – anche non continuativi – nei servizi di emergenza-urgenza del Servizio Sanitario Nazionale, anche con contratti di collaborazione coordinata e continuativa, con contratti di convenzione o altre forme di lavoro flessibile o che abbiano svolto un documentato numero di ore di attività, equivalente ad almeno tre anni di servizio del personale medico del SSN. I posti a concorso saranno così ripartiti: Ao Cardarelli n. 12 unità, AO dei Colli n. 11 unità, Ao Moscati n. 5 unità, Ao San Pio n. 13 unità, Ao San Sebastiano n. 11 unità, Aou Ruggi n. 28 unità, Asl Avellino n. 9 unità, Asl Caserta n. 41 unità, Asl Napoli 1 Centro n. 60 unità, Asl Napoli 2 Nord n. 44 unità, Asl Napoli 3 Sud n. 45 unità, Asl Salerno n. 84 unità.

Articoli correlati

Defibrillatore pubblico a Sarno, il Comune chiama le banche

Redazione

Parte il Carnevale Strianese: ecco le date

Redazione

Covid – De Luca: “Ipotesi scuole chiuse fino al 28 febbraio”

Redazione

VIDEO | La giunta fa crack. Rotta l’alleanza ed assessori lontani da Mancusi

Redazione

Il mercato nero dei braccianti. Stranieri ed italiani: da 70 euro a 15 euro al giorno

Redazione

La Sarnese vince e spera ancora nei PlayOff

Redazione