Cronaca Primo Piano

Picchia la ex e cerca di ingannare carabinieri: arrestato 28enne

Picchia la ex e poi chiama il 112 dicendo di essere stato aggredito, ma non era vero. I carabinieri di Napoli hanno arrestato un 28enne recidivo. L’uomo, di vico Spicoli, già condannato per maltrattamenti in famiglia nel 2016, ha un bambino con la ex compagna 27enne. E proprio sull’affido del piccolo, secondo gli inquirenti, sono scoppiate continue liti. Ieri l’ennesima. I due erano in piazza del Carmine e lui ha picchiato la ragazza a calci e pugni, tanto che i medici del ‘Loreto Nuovo’ hanno riscontrato alla vittima lesioni guaribili in 30 giorni. I carabinieri del Radiomobile sono intervenuti, perché era stato proprio il 28enne a chiamare il 112 dicendo che i familiari della ex lo avevano aggredito.
Sul posto, però, i militari hanno accertato che aveva aggredito la ex e poi aveva avuto una discussione senza botte con i parenti di lei.
Il 28enne è stato arrestato per lesioni personali e, durante il rito direttissimo, il giudice ha convalidato il suo arresto applicando la misura cautelare del divieto di dimora a Napoli in attesa del processo.

Articoli correlati

Ha partorito due gemelli, ma era già morta

Redazione

Meteo, maltempo e burrasca: torna l’inverno, temperature giù

Redazione

Avvisi Soget, arriva il cumulo giuridico delle sanzioni

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy