Notizie Primo PianoAttualità

Piano sosta, ribasso tariffa e caos abbonamenti. L’assessore glissa: “Per ora non so”.

Parte il nuovo piano parcheggio ed è giallo sugli abbonamenti legati alla vecchia gestione. E’ valida l’esposizione  o si è soggetti a contravvenzione? L’assessore Laudisio chiosa. “Per ora non saprei rispondere, poi vediamo”.  I dubbi, legittimi, restano. Da  ieri, infatti, si è detto addio al “gratta e sosta” in favore dei parcometri e dei ticket, ma non si sa che fine faranno i grattini residui e gli abbonamenti ancora validi e se, l’esposizione degli stessi sia legittima o soggetta a contravvenzione. Gli abbonamenti che oggi sono in dubbio e che potrebbero far incappare in una la multa, sono costati ai cittadini oltre 300 euro. Cambiano le modalità, mutano le tariffe, spuntano gli stalli rosa e la sosta gratis per determinate categorie professionali, ma restano punti interrogativi ai quali, a  24 ore dall’avvio della gestione comunale, non si trova risposta. Il primo giorno è passato senza particolari problemi, eppure qualcuno, tra cittadini residenti e commercianti, si chiede cosa fare dei grattini “avanzati” e degli abbonamenti legati alla vecchia gestione della cooperativa Multyservices.

L’assessore al ramo, Nicola Laudisio, preferisce non esprimersi,  ed alle domande abbozza. “Non saprei rispondere. – ha detto – Per ora non si sa, vedremo quando qualcuno verrà al comune a chiedercelo. Non sappiamo altro”. La nuova sosta è regolata attraverso 11 parcometri installati in corso Amendola, via Cotini, piazza Marconi, via Roma, via Roma, via Matteotti, via Nunziante, via Prol.Matteotti, piazza Garibaldi. Le nuove regole entrate in vigore da ieri prevedono il pagamento della sosta dalle ore 8 con orario continuato fino alle 21 nel periodo invernale e dalle 8 alle 22 nel periodo estivo. Per agevolare l’ingresso nelle scuole, i genitori degli alunni non pagheranno il ticket dalle 8 alle 9, previa richiesta di un permesso sosta indirizzata al comando della polizia municipale. Il costo orario sarà di 50 centesimi per la prima ora e di trenta centesimi per le ore successive. Per i nuovi abbonamenti i residenti pagheranno non più 300 euro annui, ma 80 euro, mentre i commercianti, gli artigiani, i professionisti, i dipendenti di enti o aziende, gli operatori delle scuole, gli utenti di strutture sanitarie, potranno usufruire di un abbonamento annuo di 120 euro, pari a 10 euro al mese. Sosta gratuita, senza limiti di orario, per i portatori di handicap, per le donne in gravidanza e le neo mamme (dal terzo mese di gravidanza al primo anno di vita del neonato), i medici in visita domiciliare e ambulatoriale, forze dell’ordine, mezzi di soccorso, mezzi comunali. La sosta è gratuita per tutti nelle giornate domenicali e festive.

Rossella Liguori

Articoli correlati

Canaloni nel degrado: Ferrentino convoca il Consorzio

Redazione

Cittadinanza onoraria a Padre Pietro Lombardi. Domani la cerimonia

Redazione

Sogna la madre defunta ma al cimitero non trova più la sua tomba

Redazione

Samuele Esposito: campione sul ring e nella vita. Ecco cosa ha fatto…

Redazione

Un Tutor speciale per scuola e lavoro. Il progetto sarà presentato stasera

Redazione

Si dimette l’assessore Vincenzo Salerno a Sarno

Redazione