Primo Piano Sport

Pesante sconfitta per la Sarnese. Il presidente: “E’ un momento difficile”

La Sarnese perde malamente per 5-1 contro il Fasano. Pokerissimo dei pugliesi ai danni dei granata che volevano portare via almeno un punto. Così non è stato e, anzi, il Fasano ha chiuso la sua stagione con una certezza di salvezza, mentre la Sarnese dovrà continuare a lottare. Il 5-1 non altera il rapporto play out in quanto tutte le dirette antagoniste hanno perso. Tuttavia, il risultato non fa bene al morale. Pepe deve fare a men degli squalificati Patano e Chiacchio e preferisce Simone Sannia e Terracciano dal primo minuto. All’8’, il Fasano è già pericoloso con un cross di serri e una sforbiciata di Zicarelli che sfiora il sette. Al 10’, punizione di Corvino che Mennella devia sulla traversa. Al 18’, una sfortunata autorete di Andrea Sannia, di testa, cambia il risultato. Al 23’, lepre sfiora il palo deviando di testa un cross di Adamo. Al 25’, viene annullato un gol al solito Lepre per fuorigioco. Al 30’, è di nuovo Zicarelli che rasoterra fa la barba al palo. Al 43’, Mennella respinge su tiro di Zicarelli. Per la ripresa si spera in una Sarnese più combattiva, ma il copione non cambia e il Fasano dilaga. Al 12’, Sellitti, dal limite, impegna Guarnieri. Poi, sale in cattedra l’argentino Montaldi che, al 13’, di destro centra l’angolino basso per il raddoppio. Al 20’, Simone Sannia, di testa, accorcia le distanze, ma è fuoco di paglia. Il Fasano non solo non accusa il colpo, ma aumenta a caccia della sicurezza. La Sarnese fallisce il possibile 2-2 con Sellitti imbeccato da Langella. Poi, nei dieci minuti finali non solo chiude il risultato, ma dilaga. Al 35’, Corvino appoggia in rete un comodo assist. Al 38’, Forbes mette al sicuro la gara e, al 43’, Ganci festeggia la quasi matematica salvezza dei pugliesi. Inutile sottolineare l’opaca prova dei granata che non sono mai entrati in partita, lasciando ai padroni di casa ogni libertà di iniziativa. Le piccole reazioni sono state un fuoco di paglia che non spostano le posizioni in classifica. Ora, per la sarnese resta solo la possibilità di un posto favorevole nella griglia play out.

Di Gaetano Ferrentino – Foto: Belmonte Daniela

Fasano (4-4-2): Guarnieri, Mambella (40’ st C. Galvez), Diop, Ganci, Rullo, Colombatti, Serri (17’ st G. Forbes), Gori, Zicarelli (29’ st Tuttisanti), Corvino (40’ st Pantaleo), Montaldi (36’ st Ricchella). A disp.: Suma, Angelini, Pugliese, Schena. All.: Laterza

Sarnese (4-3-1-2): Mennella (29’ st Scognamiglio), Adamo (17’ st Maiorano), Siciliano, Sannia S., Sannia A., Terracciano (38’ st Crispini), Cassata (29’ st Rossi), Langella, Maione, Lepre, Sellitti (26’ st De Simone). A disp.: Manzo, Iuliano, Sorriso. All.: Pepe

Arbitro: Taricone di Perugia Note: spettatori 1000 circa. Ammoniti: Colombatti, Mambella e Cassata. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

Una sconfitta dalle dimensioni inattese per la Sarnese che era partita per l’ultima trasferta pugliese con la speranza di portare a casa punti salvezza. Alla fine, è arrivata una sonora lezione che pochi alibi lascia alla squadra, autore di una delle più brutte prove della stagione. Bocche cucite per la pessima prestazione e a parlare è solo il presidente Emilio Diodati che non nasconde la delusione, ma che sprona al riscatto: “E’ un momento difficile. Subire cinque gol fa male ed è umiliante. Dobbiamo restare uniti ora più che mai. Ci attende un doppio turno casalingo dal quale speriamo molto, a cominciare da giovedì contro la Fidelis Andria. Non sarà facile, ma, in questi pochi giorni, dobbiamo ritrovare la brillantezza perduta e ricostruire il morale che è a pezzi. Sono convinto che la Sarnese non è di certo quella che abbiamo visto in queste due partite. Pertanto, resto del parere che ci salveremo”.

Articoli correlati

Ritocco alle commissioni consiliari prima ancora della composizione

Redazione

La mappa della camorra in provincia di Salerno

Redazione

Falsi incidenti, coinvolti calciatori, avvocati e commercialisti

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy