Eventi Primo Piano

Patrizia e Mickey vittime di Gennaro: Cristiana dell’Anna dice addio a Gomorra

La quarta serie conclusa tra colpi di scena mescolando l’action movie con il dramma psicologico Nella carneficina finale morti sul filo di continui tradimenti anche il boss Levante e il figlio Michelangelo

La quarta stagione di Gomorra ha regalato ancora una volta una conclusione traumatica e scioccante: la nuova morte illustre è quella del personaggio interpretato da Cristiana Dell’Anna. Patrizia muore per mano di Genny e il pubblico deve dire addio al personaggio della spietata camorrista, mentre si chiede se ci sarà una quinta annata.

View this post on Instagram

Quando Patrizia è caduta su quell’asfalto freddo e gli occhi di Cristiana erano imprigionati nei suoi, potevo vedere il mondo che continuava dopo di lei. Vedevo quello che lei non avrebbe visto più. Non ho saputo salutarla, non sono brava con gli addii. Come non ho salutato nessuno della troupe meravigliosa con cui ho lavorato in questi anni. Perché non saprei contenere i sentimenti. Troppi. Mi travolgerebbero. Sono stati circa quattro anni che non dimenticherò mai. Vi lascio la prima inquadratura di Patrizia, quando indossa, senza esserlo, la “veste” di una boss, quella veste che diventerà sua pelle finché non le verrà strappata a sua volta. Sola in un mondo di maschi e maschilisti che la vedono estremamente pericolosa, sa di essere temuta da tutti e da tutti è braccata. Questa donna, colpita proprio alle spalle, era all’altezza ma non si dava per vinta. Voleva a tutti i costi salvare l’unica cosa che l’avrebbe uccisa: l’amore. Per questi antieroi (e per me Patrizia in qualche modo contorto un’eroina lo è..) non esiste redenzione, non esiste via di fuga. Non esiste altro valore se non quello che ha il denaro. Sono la perfetta espressione del capitalismo oggi, in cui solo i soldi e gli affari vivono oltre le persone. Patrizia sarai sempre in un angolo dei miei sogni. Ciao GomorraPeople!!! #gomorra @skyatlanticit

A post shared by cristianadellanna_official (@cristianadellanna_official) on

Quando Patrizia è caduta su quell’asfalto freddo e gli occhi di Cristiana erano imprigionati nei suoi, potevo vedere il mondo che continuava dopo di lei. Vedevo quello che lei non avrebbe visto più. Non ho saputo salutarla, non sono brava con gli addii. Come non ho salutato nessuno della troupe meravigliosa con cui ho lavorato in questi anni. Perché non saprei contenere i sentimenti. Troppi. Mi travolgerebbero. Sono stati circa quattro anni che non dimenticherò mai. Vi lascio la prima inquadratura di Patrizia, quando indossa, senza esserlo, la “veste” di una boss, quella veste che diventerà sua pelle finché non le verrà strappata a sua volta. Sola in un mondo di maschi e maschilisti che la vedono estremamente pericolosa, sa di essere temuta da tutti e da tutti è braccata. Questa donna, colpita proprio alle spalle, era all’altezza ma non si dava per vinta. Voleva a tutti i costi salvare l’unica cosa che l’avrebbe uccisa: l’amore. Per questi antieroi (e per me Patrizia in qualche modo contorto un’eroina lo è..) non esiste redenzione, non esiste via di fuga. Non esiste altro valore se non quello che ha il denaro. Sono la perfetta espressione del capitalismo oggi, in cui solo i soldi e gli affari vivono oltre le persone. Patrizia sarai sempre in un angolo dei miei sogni. Ciao GomorraPeople!!!

Articoli correlati

Regionali 2015 – Antonio Crescenzo, Udc: “La rivoluzione in Regione Campania si fa attraverso …

Redazione

Caldo addio: da domani in Campania arrivano freddo e pioggia

Redazione

Blue monday: oggi è il giorno più triste dell’anno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy