CronacaPaganiSalerno

Pagani, anche ambulanza per trasportare la droga

Cocaina trasportata con una ambulanza per non attirare l’attenzione delle forze dell’ordine

«Sono stato furbo». Giacomo De Risi si vanta, in una videochiamata con Carlo Pepe, per aver escogitato il sistema di trasporto di 800 grammi di cocaina con una ambulanza guidata dal corriere Ignazio Oro.

Un trucco davvero efficace, come sottolinea nelle intercettazioni Giacomo De Risi, rimarcando più volte l’impiego come corriere di Ignazio Oro, autista del 118, in grado di muoversi agevolmente con mezzi sanitari senza attirare lʼattenzione delle forze dell’ordine sull’asse Pagani-Torre Annunziata garantendo nello stesso tempo le forniture e le cessioni ai vari destinatari. Senza curarsi troppo che a bordo, in un caso accertato, ci fosse un dializzato a bordo.

 Ieri mattina, trecentocinquanta militari impegnati a Pagani e in diverse zone della Campania. Importante anche il contributo dei militari del Elinucleo di Pontecagnano e dalle unità cinofile di Sarno. Ottantaduemila euro i contanti sequestrati nel corso delle perquisizioni, 56 persone arrestate (solo tre sono al momento irrintracciabili) di cui 35 in carcere in esecuzione del provvedimento restrittivo a firma del gip Piero Indinnimeo che ha contestato 107 capi di imputazione. Cinquantotto in tutto gli indagati: 59 se si considera la minorenne per la quale si procede presso la procura dei Minori.

Le indagini sono partite nel settembre 2020 e sono state chiuse la scorsa primavera dalla Tenenza carabinieri di Pagani (supportata dal Reparto Territoriale di Nocera Inferiore). Nel mirino, un’organizzazione dedita al commercio, all’ingrosso e al dettaglio, di notevoli quantitativi di sostanze stupefacenti (soprattutto cocaina, crack e hashish) sia nei comuni dell’Agro nocerino sarnese, che in numerosi altri della provincia tra cui Cava de’ Tirreni, Amalfi, Battipaglia, Eboli.


Secondo quanto accertato dai carabinieri, l’organizzazione era ben strutturata, si muoveva avvalendosi di una pluralità di canali di rifornimento. Il gruppo utilizzava eccezionali precauzioni nelle comunicazioni, preferendo i canali social ai whatsapp ed aveva anche una serie di sentinelle sul territorio. Erano esperto nella vendita di droga ma detenevano anche armi clandestine.

IL VIDEO dell’ambulanza 

 

Articoli correlati

Caro acqua e caos conguagli: arriva un nuovo salasso

Redazione

VIDEO | Arriva l’assistenza economica finalizzata. Ecco cosa è…

Redazione

Lite tra famiglie a Nocera, sequestrate bombe carta e munizioni

Redazione

Sarno ed i “Percorsi D’Acqua”. Storia, cultura ed enogastronomia

Redazione

VIDEO | Il candidato Sindaco Franco Annunziata: “Incrociare domanda ed offerta di lavoro grazie alla misura “Garanzia Giovani””.

Redazione

Covid, in Campania aperte adesioni vaccini per over 50

Redazione