Notizie Primo PianoCronacaBrevi

Ottengono i fondi ma il pastificio non esiste: sequestro da 130mila euro

Hanno chiesto e beneficiato di agevolazioni per la microimpresa, ma non hanno mai aperto l’attività. E’ truffa ai danni dello Stato, due sarnesi nei guai, sequestrato un immobile del valore di 129 mila euro. E’ stata la Guardia di Finanza ad eseguire un ordine di sequestro preventivo “per equivalente” nei confronti di persone che risultavano amministratori della società con sede legale a Sarno.

I due, legati da vincolo di parentela, avevano avuto accesso ad agevolazioni di “Invitalia spa” per le microimprese, al fine di realizzare un’attività di produzione di pasta. Cosa, però, mai avvenuta. I finanziari hanno scoperto, infatti, attestazioni false, autorizzazioni mai ottenute e costi mai sostenuti. Dai successivi sopralluoghi è anche emersa la totale assenza di macchinari e di altri indici denotanti l’effettivo avvio dell’attività. Le Fiamme Gialle hanno dunque apposto i sigilli a un immobile di proprietà degli indagati, del valore di 129mila euro.

Articoli correlati

Sarno, Roberto Robustelli: “Mio figlio di 8 anni positivo”. Il racconto

Redazione

Soget: pratiche aperte? Arriva la rottamazione. Ecco come…

Redazione

In treno senza biglietto, stranieri minacciano controllore

Redazione

Arbitri Serie A: Roma-Napoli a Di Bello. Tutte le designazioni

Redazione

Coronavirus, in Campania 2.940 nuovi positivi e 23 decessi

Redazione

Cilento, due uomini colpiti da fulmini. Uno è in gravi condizioni

Redazione