Sarno Notizie
Notizie Primo PianoCronacaNapoli

Omicidio Ercolano, ragazzi uccisi: il camionista resta in carcere

Ragazzi uccisi ad Ercolano, il gip: “E’ evidente la volontà di Palumbo di ucciderli a freddo”. 

Vincenzo Palumbo, l’autotrasportatore di 53 anni accusato di aver ucciso a colpi di pistola a Ercolano i due giovani, Giuseppe Fusella, di 26 e Tullio Pagliaro, di 27 dovrà stare in carcere.

E’ “evidente” la volontà” di Vincenzo Palumbo “di colpire e uccidere a freddo sia il conducente che il passeggero” dell’auto a bordo della quale si trovavano Tullio Pagliaro e Giuseppe Fusella. Lo scrive il gip di Napoli Carla Sarno nell’ordinanza con la quale applica la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Palumbo, 53enne autotrasportatore accusato del duplice omicidio.

Il gip non ha accolto la richiesta di convalida del fermo in quanto non ritenuto sussistente il pericolo di fuga, mentre ha accolto la richiesta della Procura dell’applicazione della custodia in carcere in quanto “esiste il concreto e attuale pericolo che l’indagato, sebbene incensurato, commetta delitti della stessa specie”.

Il gip quindi esclude “qualsiasi intento di difesa” basato sul fatto di aver subito un furto in casa lo scorso 4 settembre, anche alla luce del fatto che il sistema di allarme dell’abitazione era stato disattivato: “La freddezza del gesto e, soprattutto, l’assoluta determinazione nel colpire l’autovettura a bordo della quale viaggiavano i due ragazzi, sono immortalate nelle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza” di un vicino di casa.

“Se la ragione del gesto fosse stata quella di proteggere sé stesso e la sua famiglia da una potenziale aggressione o da un furto nel suo appartamento, è lecito ritenere che il sistema di allarme non fosse stato disattivato. Invece proprio l’antifurto, la cui funzione è quella di allontanare i ladri o i malintenzionati, è stato disattivato dallo stesso Palumbo ovvero da sua moglie su indicazione del Palumbo e nessuna vera preoccupazione poteva avere l’indagato, se non quella di voler colpire deliberatamente l’autovettura con a bordo due ragazzi, vendicandosi così del furto subito a settembre”.

Intanto, domani pomeriggio sarà eseguita l’autopsia sui corpi delle due vittime. L’esame si svolgerà al Secondo policlinico di Napoli

 

 

 

Articoli correlati

Ospedale Sarno: da lunedì nuovi medici al pronto soccorso

Redazione

Aggressione al pronto soccorso dell’ospedale di Sarno

Redazione

Nonna Antonia: 100 anni e grande festa a Sarno

Redazione

Interruzione dell’energia elettrica. Ecco dove…

Redazione

Ottaviano, il sindaco Capasso si dimette: candidatura alla Camera per Di Maio

Redazione

Canfora: “I miei incarichi sono compatibili”. Denuncia al direttore Asl

Redazione