CampaniaCronacaNapoli

Napoli, neonato con ustioni al corpo. Arrestati i genitori

Probabile un bagnetto con acqua bollette. 

Maltrattamenti in famiglia con lesioni gravi e abbandono di minore. Devono rispondere di questi due reati i genitori del del piccolo Vincenzo, nato 4 giorni fa e già all’ospedale Santobono di Napoli per ustioni sul corpo, in prognosi riservata dopo un intervento chirurgico.

Ieri i carabinieri sono arrivati nell’appartamento della coppia in via Diaz a Portici dopo l’intervento dei sanitari del 118 perché il bambino stava male. La coppia era seguita dai servizi sociali e aveva nascosto la gravidanza, forse perché aveva già perso la patria postestà di altri due figli .

Tra le ipotesi, anche quella dell’ uso di candeggina.

La donna, che ha problemi psichici, è piantonata all’ospedale del Mare, dove è ricoverata per le conseguenze di un parto casalingo. L’ uomo ora è in carcere. Il provvedimento è stato emesso dal pm Francesca De Renzis, che segue il caso con l’ aggiunto Raffaello Falcone. Il bambino ha ustioni sul corpo le cui cause non sono state ancora individuate, e che potrebbero essere legate a un bagnetto con acqua bollette o con detergenti non adatti alla sua cute delicata. Tra le ipotesi, anche quella dell’ uso di candeggina. I carabinieri di Portici e di Torre Annunziata avevano compiuto rilievi nell’ appartamento abitato dalla coppia già ieri e ascoltato testimonianze.

Articoli correlati

Morte improvvisa e scatta denuncia. Addio a Nancy, 21 anni, di Camerota

Redazione

Rapina bar di Sarno con un coltello, 31enne a processo

Redazione

I Paputi di Sarno, la tradizione millenaria diventa social

Redazione

Covid: in Campania 2.842 casi su 25.327 tamponi

Redazione

Ex Ispettore assolto. Era accusato di resistenza a pubblico ufficiale

Redazione

Napoli, maxi sequestro di tamponi e mascherine non a norma

Redazione