CampaniaCronacaNapoli

Morta Sonia Battaglia, l’insegnante di San Sebastiano finita in coma

Non ce l’ha fatta Sonia Battaglia, l’insegnante di San Sebastiano al Vesuvio, che era finita in coma.

È morta Sonia Battaglia la donna di 54 anni originaria di San Sebastiano al Vesuvio, che dal 13 marzo scorso era ricoverata in coma farmacologico all’Ospedale del Mare dodici giorni dopo aver ottenuto la prima dose del vaccino AstraZeneca.

Sonia,  nella segreteria di una scuola, per questo motivo si era sottoposta alla vaccinazione. Due giorni dopo l’iniezione aveva cominciato ad accusare febbre e vomito. I sintomi si erano aggravati fino al punto da costringere i suoi familiari a chiamare due volte il 118 e infine a trasportarla d’urgenza al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare: «Mia madre non riusciva più a muovere le gambe. Vogliamo la verità e andremo fino in fondo».

Sulla tragica morte indagherà la Procura. Si dovrà accertare un eventuale nesso di causalità tra la somministrazione del siero e il decesso della donna.

 

 

Articoli correlati

Covid – focolaio all’ospedale di Sarno, contagiati pazienti ed infermieri

Redazione

Consiglio provinciale: buoni propositi ma si aspettano linee guida dal Governo

Redazione

Drammatico incidente a Pagani. Auto resta in bilico nel vuoto

Redazione

Telegramma in ritardo perde il posto di lavoro in ospedale

Redazione

Ordinazione di don Marco Siano: fede e commozione al Duomo Sarno

Redazione

Coronavirus, ok Governo a chiusura scuole e università

Redazione