Campania Cronaca Napoli

Morta Sonia Battaglia, l’insegnante di San Sebastiano finita in coma

Non ce l’ha fatta Sonia Battaglia, l’insegnante di San Sebastiano al Vesuvio, che era finita in coma.

È morta Sonia Battaglia la donna di 54 anni originaria di San Sebastiano al Vesuvio, che dal 13 marzo scorso era ricoverata in coma farmacologico all’Ospedale del Mare dodici giorni dopo aver ottenuto la prima dose del vaccino AstraZeneca.

Sonia,  nella segreteria di una scuola, per questo motivo si era sottoposta alla vaccinazione. Due giorni dopo l’iniezione aveva cominciato ad accusare febbre e vomito. I sintomi si erano aggravati fino al punto da costringere i suoi familiari a chiamare due volte il 118 e infine a trasportarla d’urgenza al pronto soccorso dell’Ospedale del Mare: «Mia madre non riusciva più a muovere le gambe. Vogliamo la verità e andremo fino in fondo».

Sulla tragica morte indagherà la Procura. Si dovrà accertare un eventuale nesso di causalità tra la somministrazione del siero e il decesso della donna.

 

 

Articoli correlati

Tornano da una festa e trovano i ladri armati di accetta. Bimbo ferito

Redazione

“Non è un’influenza. Fate attenzione”. Marco e la sua guerra al covid

Redazione

Vaccini, la classifica delle regioni: Campania sul podio, Lombardia in coda

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy