Cronaca Primo Piano

Merce contraffatta, nei guai giovani dell’Agro

Merce contraffatta, in quattro nei guai.

Abbigliamento riprodotti come gli originali, poi venduti ad attività commerciali, negozi e singoli compratori attraverso la rete. La Procura di Napoli ha chiuso l’ indagine che lo scorso giugno ha portato dieci persone – tutti gli indagati che ora rischiano il processo – in misura cautelare e a divieti di dimora in Campania, con le accuse di associazione a delinquere dedita al traffico di abbigliamento contraffatto. La base logistica e contestuale epicentro, erano a Nocera Inferiore e Pagani, con quattro persone, residenti tra i due comuni, ritenuti a capo dell’organizzazione.

Tra queste, come racconta Il Mattino,  C.A. di Pagani, P.D. di Nocera Inferiore, G.V. sempre di Pagani e N.F. residente a Nocera. Il lavoro d’indagine fu svolto dal nucleo di polizia economico finanziaria di Napoli, che scoprì che indumenti e vestiti provenivano dalla Turchia e dalla Cina.

Articoli correlati

Inquilini morosi che rischiano lo sfratto, contributi dal Comune

Redazione

Alla scoperta del Vaticano” con Alberto Angela

Redazione

Esplosione nel centro storico. Terrore a Sarno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy