Sarno Notizie
EventiSarno

Libri e letture ricordando la dolcezza di Nunzia Morosini

La Navicella di Minerva nasce con Nunzia Morosini, prematuramente scomparsa a ottobre 2022

Giovedì 14 Marzo 2024 parte la seconda edizione di “Sarno, un fiume di storie” il Festival di libri e letture per bambini, con una serie di eventi con il fine di avvicinare bambini e ragazzi al libro e alla lettura, promossa dall’Associazione La Navicella di Minerva.

La Navicella di Minerva nasce con Nunzia Morosini, prematuramente scomparsa a ottobre 2022. L’obiettivo della Navicella è di far navigare i saperi, dal centro verso la periferia, far attraversare la città con la mobilità dei libri, promuovendo la cultura attraverso la lettura, come strumento di valore sociale e di riscoperta identitaria e cittadina, con progetti legati principalmente alla valorizzazione del nostro territorio.

Nunzia presentava così la sua iniziativa, e vogliamo raccontarla con le sue parole: “Abbiamo mosso i primi passi iniziando dai più piccoli con incontri di lettura itineranti, il progetto Storie in cortile (che gode del patrocinio morale del Comune di Sarno), per raggiungere tutti con la lettura, soprattutto chi non ha accesso ai libri per diversi motivi, là dove i libri fanno fatica ad arrivare”.

Da questa premessa, e proseguendo con gli stessi obiettivi della fondatrice Nunzia Morosini, vogliamo creare con il Festival che lei ha ideato con il titolo “Sarno un fiume di libri” in omaggio alla mobilità del libro e alla città che dal fiume prende il nome, come un appuntamento annuale che si snoda in una serie di incontri che spostano il centro alle periferie, e dove i protagonisti (i bambini e i ragazzi) attraverso le storie raccontate non solo dai libri, ma dal teatro, dal canto, dall’archeologia, tutte espressioni della creatività e dell’arte, incontrano nuovi mondi e si sentano parte di questi mondi anche lontani, tra poesia, brividi e risate. Il Festival pensato per bambini e ragazzi intende anche coinvolgere i giovani in iniziative legate al nostro territorio, per poter amarlo e prendersene cura insieme a noi e trasmettere ai più piccoli questo amore da cui e su cui si muove la civiltà.

Vogliamo partire dai bambini, che sono il futuro del nostro paese e del mondo, e dalla nostra realtà, prima di andare oltre. Vogliamo scommettere sui più piccoli, per prenderci cura del futuro e per creare consapevolezza civica attraverso il libro e la lettura, strumenti di libertà e di benessere, e delle altre attività artistiche che fanno crescere la comunità, stabilendo un senso di comunità e di appartenenza.

La novità di quest’anno è stata quella di coinvolgere la fascia d’età 11/13 anni, e gli adulti; infatti il titolo del festival è “Libri senza Frontiere”.

 

Il festival inizia giovedì 14 e termina domenica 17 marzo.

Giovedi 14 marzo

17:30: Intitolazione della Biblioteca Comunale di Sarno a Nunzia Morosini. 18:30 presentazione del libro di Amedeo Colella “ Napoli 365. Cosa fare a

Napoli ogni giorno dell’anno”;

Venerdì 15 marzo

17:00 presso il Museo Nazionale La Valle del Sarno ci sarà un gruppo lettura per i ragazzi dagli 11 ai 13 anni tenuto da Maria Carmela Polisi della libreria per ragazzi “ Mio nonno è Michelangelo” di Pomigliano d’Arco, leggeranno e discuteranno del libro di Francesco D’Adamo La Traversata edito da Il Castoro. 17:30. Villa Lanzara. Il fumettista e scrittore di libri per bambini Simone Frasca, incontrerà i bambini dai 5 ai 10 anni e presenterà i suoi personaggi tra cui Bruno lo zozzo Mascotte adottato dall’ospedale pediatrico Meyer di firenze, e il suo amico Giovanni;

Sabato 16 Marzo

10:00. Villa Lanzara. Convegno dal titolo La magia della lettura con il presidente dell’Associazione La Navicella di Minerva Dott.ssa Giuseppina D’Amico, la Prof.ssa Roberta Morosini dell’Università “L’Orientale” di Napoli, il Dott. Prof Roberto Ghiaccio neuropsichiatra infantile presso l’Università Giustino Fortunato di Benevento.

17:00. Teatro de Lise di Sarno. Spettacolo di Alfonso Cuccurullo La Fiaba siamo tutti narrazione e racconto sulle tracce di Calvino. Personaggi di ieri in un faccia a faccia con le persone di oggi e di domani. Per bambini dai 5 anni. Poesie danzanti spettacolo della Scuola di Ballo l’Ateneo di Rita Polidoro di Agropoli.

 

Domenica 17 marzo

10:30. Letture al alta voce a cura delle volontarie dell’Associazione “La Navicella di Minerva” e di NpL ( Nati per Leggere) , per famiglie con bambini da 0 a 6 anni. Le letture si terranno contemporaneamente a Sarno e in tutte le sue frazioni:

Congrega San Michele Arcangelo, Piazza duomo Episcopio letture (3/6 anni); Foce di Sarno presso Ex casa cantoniera ( 3/6 anni);

In via nuova Lavorate n 4, Lavorate di Sarno ( 3/6 anni);
Museo Archeologico Valle del Sarno, Piazza Cavour ( 3/6 anni) ;

Biblioteca di Villa Lanzara, Sarno ( 0/3 anni).
Ricordiamo che tutti gli eventi sono liberi e gratuiti. Solo per lo spettacolo in teatro c’è l’obbligo del biglietto fino ad esaurimento posti.

Ringraziamo di vero cuore tutti quelli che credono nel progetto, nel Festival e in questa città, Sarno.

Si ringrazia il Comune di Sarno per la concessione del patrocinio; la Sarno Servizi integrati, il Museo Archeologico la Valle del Sarno per gli spazi concessi, le volontarie Nati per Leggere, l’associazione Mamme per la Pelle, l’associazione Uniti per Foce e la generosità degli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento.

Perché solo insieme, unendo le forze, e con un’azione congiunta è possibile raggiungere gli obiettivi, senza lasciare nessuno indietro.

 

Articoli correlati

Progetto milionario per la piazza a Masseria della Corte

Redazione

Uccise Luana Rainone a coltellate. 34enne a processo

Redazione

Furti e rapine, l’audio che sta terrorizzando l’Agro Sanese Nocerino

Redazione

Salerno, maxi blitz polizia: 45 arresti per traffico di droga

Redazione

Fango e detriti dal Saretto incendiato. A Sarno torna la paura

Redazione

Biogas: il sindaco Canfora ordina la sospensione

Redazione