Notizie Primo PianoCronaca

“L’ho investito”, invece era un incidente sul lavoro

 I Carabinieri di Somma Vesuviana  hanno denunciato per simulazione di reato e lesioni colpose un 40enne imprenditore edile, un 47enne operaio e un altro operaio 68enne. I 3 – tutti incensurati – avrebbero inscenato un falso incidente stradale per nascondere un infortunio sul lavoro. L’ operaio i 68 anni, infatti, caduto da un’ impalcatura e ancora ricoverato in ospedale a causa dei forti traumi rimediati, lavora in nero proprio nella ditta dello stesso imprenditore.

Quest’ ultimo, dopo aver trasportato l’ operaio all’ Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola ha dichiarato di aver investito il malcapitato con la propria auto nel comune di Somma Vesuviana. Ad avvalorare la tesi anche il 47enne parente dell’ imprenditore che, ascoltato dai militari, ha riferito di aver assistito all’ incidente. La situazione è apparsa subito poco chiara ai Carabinieri che – dopo i primi accertamenti – hanno ricostruito la reale dinamica del fatto. L’ operaio, infatti, era caduto da un’ impalcatura mentre lavorava senza un regolare contratto presso il cantiere gestito dalla ditta edile dello stesso imprenditore. I tre sono stati denunciati mentre il cantiere è stato sequestrato.

Articoli correlati

De Luca chiude i parchi. “E ora l’esercito”

Redazione

Il cane di Sarno dal fiuto infallibile. È Ciro ed ha trovato la droga nelle scuole

Redazione

Era un terreno della camorra, oggi è un’oasi

Redazione

Covid – Bimbo di 11 mesi positivo a Scafati

Redazione

Incendi Sarno – Canfora: “Giorni terribili. Criminali attaccano la nostra città”

Redazione

Cava de’ Tirreni, cade in un burrone per tentare di salvare il cane

Redazione