Sarno Notizie
AttualitàNapoli

La Sonrisa, la marcia dei 500: no alla chiusura

«La Sonrisa non si tocca», la marcia verso il Municipio di Sant’Antonio Abate

Oltre 500 persone in marcia per dire no alla chiusura della Sonrisa e tutelare i posti di lavoro. Si è svolto ieri mattina il corteo pacifico organizzato, lungo le strade di Sant’Antonio Abate, dai dipendenti della struttura confiscata dalla magistratura per lottizzazione abusiva.

Tra i partecipanti anche diversi personaggi dello spettacolo nazionale e locale, tra cui l’attrice Maria Grazia Cucinotta. La manifestazione ha preso il via alle 9.30 dai cancelli della struttura, per concludersi sotto la casa comunale di piazza don Mosè Mascolo, dove i lavoratori hanno incontrato il sindaco Ilaria Abagnale. L’albergo, con annesso parco ed eliporto, è molto conosciuto – grazie a una trasmissione tv su Real Time – come il Castello del Cerimonie: per le feste nuziali e gli eventi che si organizzano in modo fastoso si contano circa 500 addetti, tra diretto e indotto. Sono tutti esperti del settore ricettivo, che lavorano da decenni nel settore e ora vedono a rischio il proprio posto di lavoro, perché la sentenza di confisca prevede l’abbattimento completo della struttura o l’utilizzo per fini di pubblica utilità.

Ieri mattina i lavoratori, qualcuno accompagnato dalle famiglie, si sono diretti verso il Municipio, per incontrare il sindaco Ilaria Abagnale alla quale hanno presentato le proprie istanze.
Al termine del confronto il sindaco ha riferito di voler aspettare di leggere la sentenza, visto che non si conoscono ancora i tempi in cui l’acquisizione avverrà. Sono tre le ipotesi in campo: abbattimento, riutilizzo della struttura a fini sociali e mantenimento della destinazione ricettiva con un affitto a terzi.

In nessun caso la famiglia Polese potrà continuare a gestire il Castello delle Cerimonie. Alla fine dell’incontro tutti sono convenuti sull’esigenza si salvaguardare i livelli occupazionali “di una realtà molto importante per la città di Sant’Antonio Abate”.

Articoli correlati

Migranti, al porto di Salerno in 26 nascosti in container

Redazione

Gilda Fiume, soprano sarnese, al teatro Verdi con la sua«Norma»

Redazione

Avvisi Soget, arriva il cumulo giuridico delle sanzioni

Redazione

Palma Campania, Nunzia guarisce da Covid e lancia canzone: “A faccia toie” VIDEO

Redazione

Covid Campania, 875 contagi e 2 morti

Redazione

Sversavano rifiuti pericolosi nel fiume Sarno, 3 aziende sotto sequestro a Napoli

Redazione