Politica Primo Piano

L’ok a Robustelli spacca Fdi. Rega molla: “Accordo sbagliato”

Si lacera il centrodestra, Antonello Manuel Rega, da primo candidato sindaco ufficiale, molla Fratelli D’ Italia e accusa tutti. Non è disposto ad appoggiare la candidatura di Anna Robustelli, nome sul quale, dopo mesi di consultazioni e riunioni, candidati proposti e saltati, sono andate a convergere le forze di centrodestra: Lega e Forza Italia. «Con la Robustelli non abbiamo mai avuto contatti diretti – dice l’ avvocato, ormai ex Fdi – e addirittura non si è mai presentata proponendo una visione di città, cosa fondamentale per un candidato sindaco». Una nota durissima, quella di Rega, che così si è dimesso da coordinatore cittadino di Fdi, mentre è rimasto legato a Cirielli e all’ accordo Enrico Sirica, che ha seguito le direttive provinciali. «Mi trovo in disaccordo sulla linea indicata dall’ esecutivo provinciale scrive Rega – per le prossime consultazioni amministrative che vedranno coinvolto anche il comune di Sarno, attesa anche la volontà del direttivo sezionale che, come me, non vede essenziale l’ alleanza con la Lega sul nostro territorio. Faccio presente che nelle riunioni del 4 e 6 marzo scorso l’ assemblea sezionale del partito di Sarno aveva prodotto due documenti politici portati all’ esecutivo provinciale di Fdi dell’ 11 marzo scorso, nei quali a chiare lettere s’ indicava quale condizione per riunire il centrodestra quella di ritirare la candidatura della dottoressa Anna Robustelli, con la quale non avevamo mai avuto contatti diretti. Pertanto, ho ritenuto opportuno dare le mie dimissioni; tutto ciò anche per non creare problemi al Partito provinciale la cui logica di accordo con Lega posso comprendere ma non condividere per rispetto al mio territorio».

LO SCENARIO

Sarno si vive un momento particolarmente critico per la definizione delle liste. Ad oggi i candidati ufficiali sono tre: Anna Robustelli per il centrodestra; Giuseppe Canfora con il Pd e, molto probabilmente, quattro liste civiche; Giovanni Cocca, supportato da liste civiche in cui si vedono aggregate diverse anime di centrodestra e di centrosinistra. Restano diversi interrogativi su alcuni attuali consiglieri che non si sono esposti, né hanno preso alcuna posizione per la prossima tornata elettorale. 

Articoli correlati

Guidone e Adiletta – il doppio tentativo di “inciucio” Fdi ed uomini del centrosinistra

Redazione

Dieta estiva per cani e gatti: ecco i consigli utili!

Redazione

Dormiva in un cartone. Soccorsa e curata

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy