Notizie Primo PianoVideo

Incendio Sarno – Il vicesindaco Robustelli: “La mente va al 5 maggio 1998”

«La macchina dei soccorsi è stata richiamata dalla voce di dolore del 5 maggio 1998». Roberto Robustelli è il vice sindaco di Sarno. La sua storia è legata a doppio nodo alla frana di 21 anni fa: sepolto dal fango e salvato dopo 72 ore.

L’ andirivieni dei mezzi di soccorsi, il suono delle sirene, la paura hanno riportato alla mente di tutti le immagini della tragedia. La scorsa notte la macchina dei soccorsi si è rivelata perfetta, l’ evacuazione di trecento persone è stata fatta in pochi minuti. «Il ricordo alla tragedia di 21 anni fa è naturale – dice – soprattutto per quello che si è creato in piazza con tutte le divise, i soccorritori, le sirene. È ancora viva quella voce del 1998 ed ha fatto sì che Sarno non fosse abbandonata. È stata dura, ci sono stati attimi di terrore, abbiamo diramato».