Notizie Primo PianoCronaca

Incendi a catena, si indaga sul racket

20130823_2798036

Incendi a catena, aziende in fiamme, mezzi distrutti, capannoni devastati, danni per centinaia di migliaia di euro. Gli inquirenti indagano per capire se vi possa essere un collegamento tra i vari episodi. Si sta verificando con i periti se possa essersi trattato di autocombustione, se c’entri qualcosa che due delle tre aziende coinvolte siano situate a ridosso dei binari della linea ferroviaria. Non è esclusa l’ipotesi dolosa né tantomeno quella della mano del racket. L’ultimo incendio è scoppiato ieri mattina all’interno dell’industria agroalimentare Graziella, nata nel 1946 con Pasquale Saviano e portata avanti, poi, dal figlio Marcello. Le lingue di fuoco hanno avvolto i macchinari in pochi minuti. Ad accorgersi delle fiamme sono stati i proprietari dello stabilimento conserviero. Appena la notte prima, intorno alle 23 di venerdì, un incendio aveva interessato un panificio in via Sarno Palma, in località Foce. Distrutto l’intero capannone a ridosso della linea ferroviaria. Appena dieci giorni fa, lungo la stessa strada, le fiamme distrussero l’azienda di trasformazione dei veicoli e lavorazione di vetroresina Gigi srl

 

Articoli correlati

Giuseppe Agovino, FI, lancia l’appello: “Facciamo fronte comune contro il nuovo piano rifiuti”

Redazione

Finti operai Gori: “Pagate o stacchiamo il contatore”. E’ una truffa

Redazione

Acquedotto – Protesta estrema con secchi di acido. Un lavoratore colto da malore

Redazione

Covid Campania, oggi 1.621 positivi: l’indice di contagio sale al 4,33%

Redazione

Vigilanza Ambientale N.O.V.A., aperte le iscrizioni

Redazione

Festa della mamma: torna l’azalea per aiutare la ricerca sul cancro

Redazione