Notizie Primo Piano Attualità Brevi

Frana 1998 – Andrea Cioffi, senatore M5S: “Dopo il fango, la vergogna”

“Salvare le casse delle amministrazioni e non permettere alla giustizia di fare il suo corso”

Il Senatore del Movimento 5 Stelle, Andrea Cioffi, commenta su facebook l’emendamento alla legge di stabilità che riguarda i risarcimenti per Sarno.

“Dopo il fango, la vergogna. Nella Legge di Stabilità appena approvata, con due righe inserite al comma quater dell’articolo 245-vicies, viene definitivamente sancita la discriminazione tra cittadini di serie A e i cittadini di serie B.
L’articolo in questione, sottoscritto da sei parlamentari PD, stanzia 17 milioni di euro a totale indennizzo della responsabilità civile a carico dello Stato e del comune di Sarno per le vittime dell’alluvione che nel maggio del 1998 portò via la vita a 137 persone.
A conti fati, l’indennizzo è di 100.000 euro per ogni vittima.
Mentre per la strage di Viareggio, il Governo risarcì i familiari delle vittime con circa 300mila euro a persona, più gli indennizzi stabiliti alla fine dei procedimenti civili.
Il Governo ha così sancito che le vittime di Sarno, sono di seconda classe e i familiari meritano meno di chi al nord si è trovato nelle tristissime condizioni analoghe.
Dopo l’approvazione dell’emendamento presentato dal PD, «I contenziosi aperti sono dichiarati estinti a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge».
Questo significa che tutti i procedimenti civili per ottenere i risarcimenti che sono ancora in corso, sono bloccati, perché lo Stato avrebbe dovuto “rimetterci” ben più di 17 milioni di euro.
Salvare le casse delle amministrazioni e non permettere alla giustizia di fare il suo corso.
Questo è il PD, questo è il Governo di questo Paese. Vergogna”. 

Schermata 2015-12-28 alle 12.08.15

Articoli correlati

Erba nell’aveo del fiume: le acque invadono case e campagne

Redazione

Esplosione di un forno alla fabbrica Monfra di Monteleone. I vicini: “Tremavano le case”

Redazione

Dario, missionario buono, nel ricordo di Don Salvatore: “Profeta d’ amore”

Redazione