Attualità Brevi Primo Piano

Foce tra problemi ambientali e di sicurezza. Montoro: “Abbandonata nel degrado”

Riceviamo e Pubblichiamo – Giovanni Montoro, consigliere comunale Rete Libera

Non è più sostenibile la situazione in cui versa la frazione di Foce. Sono venuto a conoscenza di una lettera indirizzata dai residenti al Sindaco Canfora ed al Prefetto di Salerno, in cui si denuncia il degrado in cui versa l’intera frazione e la dubbia salubrità dell’aria in alcune zone. E’ già pronta anche una mia interrogazione consiliare in merito. Bisogna intervenire immediatamente per la risoluzione delle tante problematiche segnalate dai cittadini.

– Assenza della più elementare forma di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, dissestate a causa del continuo passaggio di mezzi autoarticolati e con elevata presenza di erbacce ai lati della carreggiata;

– Sistema di illuminazione pubblica fatiscente, a tratti non funzionante e/o inesistente in molte zone della frazione;

– Odori nauseabondi che si levano durante il giorno;

– Evidente diminuzione della pressione idrica nelle abitazioni dovuta al probabile deterioramento della condotta idrica superficiale sottoposta a continue sollecitazioni ad opera di mezzi pesanti;

– Aree pubbliche abbandonate e curate solamente in occasione dei festeggiamenti per la Madonna di Foce;

– Nessun aggiornamento dal tavolo tecnico costituito in sinergia con la regione Campania che avrebbe dovuto vigilare sulla situazione lamentata riguardo l’impianto di biogas;

– Nessuna notizia comunicata alla popolazione relativa agli sversamenti di liquido nero nel Rio Foce;

– Sicurezza stradale inesistente con parcheggio selvaggio di auto e quasi totale assenza di presidio e controllo del territorio;

– Mancata manutenzione, controllo e valorizzazione del lungofiume e delle ricchezze archeologiche;

– Sversamenti abusivi e microdiscariche;

– Dubbia salubrità ambientale dovuta alla grande presenza di insetti, moscerini e ratti che si moltiplicano in assenza di un regolare piano di disinfestazione.

Una situazione ai limiti della sostenibilità, un continuo peggioramento delle condizioni ambientali e della qualità della vita alle quali un’attenta amministrazione deve porre rimedio in modo rapido e deciso. Un fallimento della sbandierata tutela e valorizzazione del territorio, ennesima promessa mancata da chi in campagna elettorale ha predicato bene, ma, alla prova dei fatti, ha razzolato male.

Articoli correlati

VIDEO | Foce Rinasce Libera, il progetto ed il parco acquatico

Redazione

Nocera Inferiore. Maltrattamenti in casa di cura, sette arresti

Redazione

La strattonano per rubare la borsa, poi, cadono dallo scooter 

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy