Cronaca Primo Piano

Falsi bidelli nell’Agro sarnese nocerino

Personale Ata assunto con documentazione falsa e punteggio che non corrispondeva al vero. Per le accuse di truffa e falsità materiale commessa da privato, in concorso, 29 persone rischiano di finire a processo. A chiedere il rinvio a giudizio è il sostituto procuratore presso la Procura di Nocera Inferiore Davide Palmieri.

L’udienza preliminare dinanzi al gip Luigi Levita è fissata per il prossimo 28 giugno. L’inchiesta, concentrata principalmente a Castel San Giorgio, coinvolge indagati residenti nella Valle dell’Irno e dell’Agro sarnese nocerino, ma anche di altre province.

Secondo il prospetto accusatorio, sette degli indagati, che rispondono di falso e truffa in concorso, sarebbero riusciti a farsi assumere «fittiziamente» in qualità di personale Ata presso tre istituti con certificati che attestavano l’esecuzione della prestazione lavorativa. I documenti avrebbero, in sostanza, riconosciuto un punteggio aggiuntivo «non spettante», procurando un ingiusto profitto ai singoli perchè beneficiari di retribuzioni, oltre a prestazioni previdenziali, che in realtà non gli spettavano. Per i restanti capi d’imputazione invece, contestati in forma singola, gli indagati avrebbero beneficiato di contratti di lavoro a tempo determinato per la durata dell’anno scolastico, utilizzando falsi certificati di lavoro.

Articolo Il Mattino 

 

Articoli correlati

Parcheggio abusivo di camion, scatta il sequestro

Redazione

#Operazionesanremo2014

Redazione

Giornata del Paesaggio: riflettori puntati sul Fiume Sarno con l’Ente Parco

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy