Attualità Brevi Primo Piano

Equitalia: buchi ed interrogativi. Persi milioni di euro?

Riscossione di Equitalia, presunti buchi e tanti interrogativi: il comune potrebbe aver perso milioni di euro negli ultimi 25 anni. Pronta l’azione legale per i mancati introiti. Ci sono dei dubbi sulle azioni dal 1992 ad oggi ed il comune dà l’ultimatum: “Relazione tecnica entro venti giorni”. E’ una missiva inviata dal vice sindaco ed assessore al bilancio, Gaetano Ferrentino, ai funzionari responsabili del settore tributario, della polizia municipale, del settore avvocatura, ed al segretario generale per chiedere chiarimenti. Si parla di “azioni non poste in essere” e di “mancati introiti dei ruoli affidati”. Somme a più zeri che mancano nelle casse dell’ente comunale. “Ho constatato – scrive Ferrentino – che numerose sono le azioni giudiziaria nelle quali l’ente risulta ed è risultato soccombente in materia tributaria e di sanzioni amministrative ad ogni titolo affidate alla riscossione di Equitalia Spa. Molti di questi giudizi, per non dire la totalità, vedono la declatoria di prescrizione della pretesa perché l’ente riscossore non ha posto in essere in maniera diligente atti interruttivi o tutte le azioni volte ad evitare decadenze o prescrizioni. L’ipotesi a mio parere configura una evidente responsabilità contrattuale del concessionario con ripercussioni contabili anche per i mancati introiti dei ruoli affidati, oltre che per gli esborsi di spese legali. Pertanto, entro venti giorni chiedo una relazione su tale fattispecie, comprensiva dei numeri del contenzioso e delle pretese sottostanti non incassate oltre che delle spese legali sostenute eventualmente anche in solido. All’esito, vi chiedo, con immediatezza, di predisporre tutti gli atti utili e le azioni giudiziarie per perseguire eventuali responsabilità e refusioni di mancati introiti”.

Articoli correlati

Canfora e Crescenzo chiudono la campagna elettorale con i big

Redazione

Sarno, la processione resta incastrata nel vicolo

Redazione

Sversati liquami nei canaloni della messa in sicurezza post frana

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy