Attualità Brevi Primo Piano

Emergenza Sicurezza,Canfora: “L’esercito per impedire a questi sciacalli di martoriare i nostri territori”

Questione sicurezza nei comuni dell’ Agro sarnese nocerino. A raccolta i sindaci, convocati a Salerno dal prefetto Francesco Russo in occasione della riunione del comitato per l’ ordine pubblico e la sicurezza. Micro e macro criminalità, spaccio di droga ma anche sversamenti illeciti di rifiuti e prostituzione. «Ci siamo confrontati tutti – ha dichiarato Michele Strianese, nella duplice veste di presidente della Provincia e sindaco di San Valentino Torio – sulla necessità di rafforzare la difesa dei territori, partendo dall’ esigenza di aumentare i controlli nelle aree di confine tra i comuni a nord della provincia ed i paesi vesuviani, utilizzate dai criminali del napoletano per invadere le nostre realtà. Senza dimenticare il problema della prostituzione sulla Statale 18 e gli sversamenti illeciti di rifiuti che impongono interventi mirati».

Proprio rispetto ai reati ambientali il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora è categorico. «Ci vorrebbe l’ esercito – dice – per impedire a questi sciacalli di martoriare i nostri territori. I comuni non hanno né i soldi né gli uomini sufficienti per assicurare un monitoraggio costante del territorio. Allora bisogna puntare sulla videosorveglianza, potenziandola ovunque sia necessaria». C’ è un problema che accomuna tutti i territori del comprensorio: la carenza di uomini e mezzi a disposizione degli organici delle forze di polizia che vi operano.

Su questo punto si è soffermato, in particolare, il sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli. «Ho rappresentato la necessità di un potenziamento della presenza delle forze dell’ ordine soprattutto in quegli orari in cui non è assicurata la presenza della polizia municipale e quindi dalle 22 in poi, in quanto i comuni non hanno, per ragioni contrattuali e di risorse, la possibilità di intensificare la presenza dei vigili urbani, anche in virtù del patto per la sicurezza sottoscritto con la prefettura lo scorso anno». Sulla stessa linea il sindaco di Pagani Salvatore Bottone. «Ho chiesto al prefetto un potenziamento di uomini e mezzi per la nostra tenenza dei carabinieri o anche la possibilità di altri presidi di sicurezza, ricordando che questa amministrazione ha già approvato il progetto per la realizzazione della nuova sede e chiedendo al comandante provinciale dell’ Arma di sollecitare il ministero competente affinché vengano accordati i finanziamenti necessari». Intervento a largo raggio per il sindaco di Nocera Inferiore Manlio Torquato. «Abbiamo segnalato l’ esigenza di un maggior presidio e controllo su movida, spaccio e sversamento illecito di rifiuti, oltre che su fenomeni criminali, riferendo dell’ impegno sui fenomeni di occupazioni abusive degli alloggi per i quali abbiamo fatto un censimento per le proprietà immobiliari comunali. E di qui ai prossimi mesi per gli sgomberi, tenendo conto delle necessità sociali di quanti hanno vere difficoltà. Siamo allineati alle indicazioni della prefettura e delle forze dell’ ordine cui riconosciamo le difficoltà operative per carenza di personale».  Daniela Faiella Il Mattino

Articoli correlati

Elezioni provinciali: ecco i risultati e gli eletti

Redazione

Investe il vicino e racconta: “Mi ha puntato una pistola”

Redazione

Contrabbando di carburanti, maxi sequestro nell’Agro

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy