Cronaca Terzigno Napoli

Covid uccide marito e moglie. Dolore a Terzigno

Quattro morti in 24 ore a Terzigno

Si aggrava ulteriormente il bilancio delle vittime a Terzigno. Ai quattro morti per Covid in appena 24 ore se n’è aggiunto un altro, comunicato dall’amministrazione comunale nella tarda serata di sabato.

L’imprenditore Salvatore Rastelli  si è arreso al virus a 84 anni, dopo una strenua lotta. Ricoverato da giorni in ospedale, a Napoli, dopo i primi segnali di miglioramento di inizio settimana si è improvvisamente aggravato.

E’ la quinta vittima in una citta martoriata dal virus in appena 48 ore.

Prima di Salvatore Rastelli, infatti, la moglie Lidia Maria Violante, sempre a causa del Coronavirus, era deceduta in ospedale. Lo scorso 11 marzo la donna di 83 anni si era arresa al Covid, anche lei ricoverata in ospedale a Napoli, dopo nove giorni è toccato a suo marito, una famiglia distrutta dalla pandemia in poco più d’una settimana.

Il Sindaco

E mentre le vittime salgono a quota 23, il sindaco Francesco Ranieri se la prende con i suoi cittadini, alla luce delle numerose violazioni alle restrizioni accertate in città.

«C’è gente che non ha rispetto per i tanti morti di questi giorni, non serve nemmeno l’esercito se siamo irresponsabili. Non possiamo più scherzare, ne va della salute dei nostri cari».

 

Articoli correlati

Sbucano dalla fogne e mettono bomba al bar. Terrore a Napoli

Redazione

Covid – Bimbo positivo, a Sarno alunni e maestre in quarantena

Redazione

Fiamme dal camino, muore bruciata

Redazione