Primo Piano

Covid- 300 contagi, Arzano diventa zona rossa. Città chiusa

Impennata di contagi, Arzano diventa zona rossa:  non si esce e non si entra più dalla città se non per motivati e documentati motivi.

 Ieri, poco prima di mezzanotte, l’ordinanza De Luca.

Il mini lockdown decretato dai commissari prefettizi e scattato qualche giorno fa con la chiusura degli esercizi commerciali è diventato ora, per iniziativa del governatore De Luca, assoluto e totale.

I DETTAGLI 

«Divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutte le persone residenti; divieto di accesso nel territorio comunale; sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali; sospensione delle attività commerciali e produttive, comprese le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie, pub, e simili), salvo che in modalità di consegna a domicilio, fatta eccezione per soli i servizi alla persona ed attività connesse all’approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità. È fatta salva la possibilità di transito in ingresso ed in uscita dal territorio comunale di Arzano da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’assistenza alle attività relative all’emergenza e quelle strettamente strumentali alle stesse, limitatamente alle presenze che risultino strettamente indispensabili allo svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia e sanificazione dei relativi locali e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Al di fuori delle ipotesi sopra menzionate, non è consentita l’uscita dal territorio comunale per lo svolgimento di attività lavorativa. È disposta la chiusura delle strade secondarie, come individuate dal Comune sentita la Prefettura competente.

La ASL competente, d’intesa ove necessario con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, assicurano la sollecita effettuazione di screening, dando comunicazione dei relativi esiti all’Unità di Crisi regionale per le conseguenti valutazioni ed eventuali determinazioni di competenza».

Articoli correlati

L’allerta meteo resta alta. La Protezione civile ha prorogato «l’avviso di criticità idrogeologica Arancione»

Redazione

Falso invito su Facebook ad una festa, violentata 14enne ad Angri

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy