Notizie Primo Piano Attualità

Coronavirus: Speranza, “bisogna chiudere, non aprire”

Il virus si sconfigge “tenendo alta la guardia, non allentando mai l’attenzione e non cantando vittoria troppo presto. La mia posizione non cambia, è sempre stata cristallina. Allentare proprio adesso le misure di contenimento sarebbe un grave errore. Bisogna chiudere, non aprire”.

Lo afferma il ministro della salute, Roberto Speranza, in un colloquio con il quotidiano Il Corriere della Sera. “Dobbiamo assolutamente evitare gli assembramenti – continua Speranza facendo un appello – Non andate tutti nello stesso posto. Quando vedete che ci sono luoghi con tante persone, evitateli, se non vogliamo poi essere costretti a restrizioni molto dure”.

Tra Natale e la Befana “è il periodo più complicato – sottolinea Speranza – in cui il tasso di relazioni e spostamenti si alza di molto. Ascolteremo con grande attenzione i nostri scienziati e l’ auspicio è che nel giro di poco tempo si possano assumere ulteriori misure, in grado di scongiurare una ipotetica terza ondata. Se ci fermiamo e molliamo, la curva del virus può tornare a salire”. “Quando tutti mi dicevano ‘bisogna aprire’, io invitavo alla cautela – evidenzia ancora Speranza –

Nelle ultime ore poi, quando ho visto che Merkel in Germania ha deciso il lockdown totale e così stanno facendo Londra e l’ Olanda, mi sono convinto ancora di più che in questa fase serva tenere alta l’ asticella del rigore. Se non vogliamo precipitare nella terza ondata dobbiamo accettare misure di contenimento ancora più rigorose”.

Articoli correlati

Meteo, maltempo e burrasca: torna l’inverno, temperature giù

Redazione

Speciale Sanremo 2016 | il testo di “Wake up” di Rocco Hunt

Redazione

In carcere Salerno ritrovati 23 telefonini e 50 armi rudimentali

Redazione