Attualità Primo Piano

Coronavirus, italiani all’estero: stretta su chi rientra in Italia

Test rapidi contro il coronavirus e controlli su chi torna dall’estero

Nuovi test rapidi per diagnosticare il virus e più controlli da effettuare in aeroporti, porti e valichi di frontiera a tutti coloro che entrano in Italia. Il ministero della Salute si muove per evitare che i casi di positivi di rientro dalle vacanze un centinaio nell’ultima settimana soprattutto tra i giovanissimi – facciano esplodere nuovamente la curva dei contagi e compromettano la ripartenza a settembre.

De Luca invoca misure di contenimento per i vacanzieri che rientrano in regione: ieri 14 positivi
 

L’allarme di Vincenzo De Luca: «Abbiamo verificato, negli ultimi giorni, che l’ 80 per cento dei contagi registrati deriva da contatti con cittadini provenienti o rientranti dall’estero – dice il presidente della Regione Campania. È indispensabile sottoporre quanti arrivano o rientrano dall’estero all’obbligo di quarantena in relazione ai voli provenienti da Paesia rischio. Sono indispensabili il controllo della temperatura corporea ma anche test sierologici, e una stretta rigorosa sui controlli, altrimenti diventerà inevitabile la chiusura delle frontiere».

Foto di Agenzia Fo

 

Articoli correlati

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Biogas: controlli su aria e acqua

Redazione

Influenza, all’ospedale di Sarno un uomo di 54 anni è in fin di vita.

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy