Sarno Notizie
Attualità

Coldiretti Campania a Bruxelles con 200 imprenditori

Oggi la manifestazione 

Saranno circa 200 gli imprenditori agricoli della Campania aderenti a Coldiretti che oggi parteciperanno alla manifestazione indetta a Bruxelles in concomitanza con il Consiglio dei Ministri agricoli dell’UE sulla semplificazione della Politica Agricola Comune (PAC). La delegazione di Coldiretti Campania, guidata dal presidente regionale Ettore Bellelli, arriverà in corteo fino a Roi de la Loi per chiedere alla UE “risposte immediate e concrete per cambiare alcune regole che stanno penalizzando l’agricoltura e che in Campania stanno mettendo a dura prova un comparto con circa 70mila aziende agricole” rileva l’organizzazione professionale.

Un comparto “che ha subito già una notevole contrazione post Covid”. Sottolinea il direttore di Coldiretti Campania, Salvatore Loffreda: “Diciamo no a prezzi pagati agli agricoltori inferiori ai costi di produzione, come già avvenuto nel latte. La vittoria storica di Coldiretti su Lactalis dimostra che avevamo ragione e che dobbiamo proseguire in questa direzione anche per i prodotti dell’ortofrutta.

Inoltre la Campania, culla della dieta Mediterranea – prosegue Loffreda – vanta un grandissimo numero di produzioni tipiche e di qualità. Per questo motivo le politiche europee che rischiano di tagliare 1/3 della produzione di cibo made in Italy, avrebbero ripercussioni negative anche nella nostra regione dove, da sempre, lo stile alimentare è basato sui prodotti della terra e autoctoni che attengono al nostro straordinario patrimonio e a una biodiversità unica”. “La Coldiretti Campania – aggiunge il presidente regionale Ettore Bellelli – sarà in piazza per evitare che lo stile alimentare degli italiani derivante proprio dalla dieta mediterranea e da queste coltivazioni possa essere stravolto per sempre in favore di grilli ed importazioni dall’estero.

Tra le politiche europee che stanno causando gravi danni all’agricoltura italiana e campana citiamo, ad esempio, il divieto delle insalate in busta e dei cestini di pomodoro, nonché l’ipotesi di equiparare alcune tipologie di allevamenti, anche di piccole/medie dimensioni, alle attività industriali”. “Come Coldiretti Campania – dice il direttore della federazione provinciale casertana, Giuseppe Miselli – plaudiamo alla vittoria storica ottenuta dalla nostra organizzazione nazionale con la multa del ministero dell’Agricoltura alla Lactalis.


Già lo scorso anno Coldiretti Caserta, aveva contestato alla società Parmalat spa la violazione del contratto di fornitura modificandolo unilateralmente, come risulta dalle fatture per l’acquisto del latte vaccino crudo Alta Qualità di maggio e giugno 2023. La vittoria di ieri costituisce la base per la risoluzione della vertenza in atto”.

Articoli correlati

Napoletano morto in Colombia, la mamma: “Siamo distrutti”

Redazione

Elezioni provinciali: 86 candidati per 16 seggi disponibili. I nomi…

Redazione

Sarno, lite per lo “stop” non rispettato. Tampona l’auto e scappa

Redazione

Postino stroncato da malore in ufficio

Redazione

SarnoSatirica| Soluzioni (im)possibili?

Redazione

Allarme tubercolosi: accertamenti per oltre 30 studenti ed insegnati del liceo

Redazione