Attualità Primo Piano

Cofaser, controlli della Finanza. Acquisiti atti

Continuano i controlli della guardia di finanza al Cofaser, con l’ acquisizione di atti e interrogatori di alcuni dipendenti. La vicenda che sta interessando ormai da mesi il Consorzio Farmaceutico sta portando alla luce sempre più dettagli riguardanti le «spese allegre» che hanno determinato negli anni un buco di oltre 1 milione di euro. Anche ieri, a quanto pare, le fiamme gialle avrebbero fatto visita alla sede sarnese portando via diversi documenti soprattutto relativi ad almeno 3 anni fa, e interrogando due dipendenti.

Da tempo si stanno passando al setaccio atti e documenti, alcuni dei quali pare siano stati manomessi e falsificati. Lo scorso novembre, i finanzieri, su disposizione della Procura di Nocera, avevano eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip, per oltre 23 mila euro. Aperto un procedimento a carico dell’ ex dirigente Luigi Napoli; le indagini avevano consentito di avanzare le accuse di falso ideologico e materiale, induzione in errore e truffa aggravata ai danni di un ente pubblico. Erano stati i sindaci dei comuni di Sarno e Mercato San Severino ad accendere i riflettori su alcune situazioni poco chiare.

LE VERIFICHE I due primi cittadini si erano assunti la responsabilità di sottoscrivere denunce presentate sia alla Procura della Repubblica di Nocera che alla Corte dei Conti, in quanto «dopo un procedimento di verifica e controllo della situazione contabile, fino ad allora occultata, sono stati scoperti costi per macchinari mai utilizzati, spese per alberghi, fatture per software informatici, spese natalizie, incarichi legali strani, macchinari acquistati in leasing e mai utilizzati, anomalie nelle scorte di magazzino, indennità di risultato autoliquidate e risalenti alla passata gestione, indennità gonfiate». Le vicende che attengono al Cofaser sono arrivate a Sarno anche in aula di consiglio.

L’ ultima assise ha visto a Palazzo San Francesco una discussione piuttosto accesa tra maggioranza ed opposizione ed un documento che prevede ulteriori controlli e la salvaguardia dei posti di lavoro. Nella delibera sono presenti diversi punti: «Approvare le azioni dei sindaci e del nuovo Cda che hanno lo scopo di risanare i conti e ricercare eventuali responsabilità pregresse della direzione generale, anche al fine di un ottenimento di risarcimento dei danni subiti; porre in essere tutti gli atti necessari per la salvaguardia dei posti di lavoro». Ci sarà nelle prossime settimane un ulteriore consiglio dedicato al consorzio farmaceutico. 

Articoli correlati

Centro storico: risse e minacce di extracomunitari. I residenti: “Intervenite!”

Redazione

Esercito: incontro istituzionale con il Governatore De Luca

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy