Notizie Primo Piano Attualità

Caso Gori. Per ora non si paga

Bollette pazze dalla Gori, pagamenti rinviati di trenta giorni. E’ la prima «concessione»che arriva dall’Ato3 dopo le proteste corali di tantissime amministrazioni locali contro la società acquedottistica di Ercolano. E dopo, soprattutto, la sentenza del giudice di pace che a Marigliano, nel napoletano, ha sospeso le richieste di conguaglio precedenti al 2012 inviate ai contribuenti dalla Gori. Sulle bollette relative a richieste di pagamento che risalgono addirittura a undici anni fa, ora«il commissario straordinario dell’Ente d’ambito sarnese vesuviano ha istituito uno specifico tavolo tecnico, con la partecipazione ed il supporto di Gori, al fine di approfondire le problematiche rappresentate da molti sindaci relativamente alla sostenibilità sociale degli importi fatturati perle partite pregresse». Il tavolo tecnico dovrà concluderei propri lavori entro trenta giorni, e per questo lasso di tempo«la gestione commissariale ha chiesto alla Gori di differire l’attività di riscossione delle partite pregresse».Dall’Ato assicurano che saranno. Messe sotto esame anche «le ragioni dei provvedimenti tariffari».

Articoli correlati

La Sarnese torna alla vittoria dopo oltre tre mesi

Redazione

Nello Renzullo alla guida di Confindustria Sanità

Redazione

Ladro e devastatore arrestato, rimesso in libertà dopo 1 giorno

Redazione