Campania Napoli

Bus precipita a Capri, morto l’autista Emanuele Melillo

Un autobus è precipitato in una scarpata a Marina Grande, a Capri

Un autobus di linea è precipitato a Capri a Marina Grandi nei pressi del lido Le Ondine. Il mezzo ha sfondato una ringhiera di ferro e fatto un volo di venti mentri.

Il minibus si è schiantato in un canale a ridosso della tettoia di un lido. Il conducente del mezzo è morto d’infarto, diciannove i feriti tra i passeggeri a bordo, c’è  anche un bambino che ha riportato fratture multiple.

Lascia la moglie

Si chiamava Emanuele Melillo il giovane deceduto nel terribile incidente avvenuto a Capri. Sposato e con la moglie incinta, era originario di Napoli. Secondo le prime ipotesi ha avuto un infarto perdendo il controllo del minibus Atc che, è precipitato nella zona di Marina Grande.

A bordo del mezzo, più affollato del solito perché questa mattina la funicolare era chiusa, c’erano oltre dieci persone; si contano altri 28 feriti in totale, di cui 4 gravi, due dei quali trasportati a Napoli tra cui un bambino, che è stato ricoverato al Santobono per diverse fratture.

Articoli correlati

Covid, in Campania superata la soglia dei 5mila decessi

Redazione

Attacco di De Luca al Governo: “Campania ultima per dosi ricevute”

Redazione

Poggiomarino, Falanga: “Sospesa la didattica in presenza”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy