Notizie Primo PianoCronacaBrevi

Colpo al clan Cesarano: sequestrato il bar della camorra

I finanzieri del comando provinciale di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro ai sensi del codice antimafia nei confronti di due società commerciali ubicate nel comune di Pompei, del valore complessivo di 120mila euro. I militari della compagnia di Castellammare di Stabia hanno posto sotto sequestro due attività commerciali che gestivano un bar, intestato formalmente a un prestanome ma effettivamente di proprietà di Giovanni Cesarano, pluripregiudicato appartenente al clan di Ponte Persica.

Dalle indagini è emerso che l’attività commerciale, ubicata nel centro di Pompei, a pochi passi dal santuario mariano, è stata acquisita con proventi illeciti e che veniva utilizzata come base operativa e logistica del clan Cesarano. Il pluripregiudicato, nella consapevolezza di poter subire aggressioni patrimoniali, si era spogliato della titolarità dell’esercizio commerciale intestandolo a prestanomi, rappresentanti legali delle 2 società sottoposte a sequestro, al fine di eludere le disposizioni in materia di prevenzione patrimoniale.

Articoli correlati

Nocera Superiore: fallimento pilotato ed evasione Iva, sequestro da 10 mln

Redazione

Sarno Blitz delle Fiamme gialle: quattro locali godevano illecitamente di regimi fiscali agevolati

Redazione

Danno di 9 milioni di euro. Bufera sul Consorzio

Redazione

Ottaviano, sequestrati oltre 400’000 prodotti contraffatti

Redazione

Sostanze dopanti in palestra, due persone denunciate

Redazione

Pompei: ritrovato morto in una baracca. Ipotesi strangolamento

Redazione