Brevi Cronaca Primo Piano

Colpo al clan Cesarano: sequestrato il bar della camorra

I finanzieri del comando provinciale di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro ai sensi del codice antimafia nei confronti di due società commerciali ubicate nel comune di Pompei, del valore complessivo di 120mila euro. I militari della compagnia di Castellammare di Stabia hanno posto sotto sequestro due attività commerciali che gestivano un bar, intestato formalmente a un prestanome ma effettivamente di proprietà di Giovanni Cesarano, pluripregiudicato appartenente al clan di Ponte Persica.

Dalle indagini è emerso che l’attività commerciale, ubicata nel centro di Pompei, a pochi passi dal santuario mariano, è stata acquisita con proventi illeciti e che veniva utilizzata come base operativa e logistica del clan Cesarano. Il pluripregiudicato, nella consapevolezza di poter subire aggressioni patrimoniali, si era spogliato della titolarità dell’esercizio commerciale intestandolo a prestanomi, rappresentanti legali delle 2 società sottoposte a sequestro, al fine di eludere le disposizioni in materia di prevenzione patrimoniale.

Articoli correlati

Un poliziotto anticamorra è il nuovo questore di Salerno

Redazione

Marocchini uccisi a coltellate. Un amico rivela il possibile movente…

Redazione

Lars nuova Pallacanestro senza freni. Battuto anche il Portici

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy