Cronaca Primo Piano

Camionista picchiato e sequestrato. Ostaggio di una follia.

Camionista sequestrato e picchiato a sangue. In balia di due malviventi che a bordo del suo stesso camion lo hanno condotto, legato e coperto con un telo, da Anagni fino a Sarno, dove lo hanno abbandonato sanguinante ed in stato confusionale. Una notte di violenza e di terrore, preda di due criminali che lo hanno incappucciato, infagottato in un telo per le tende da campeggio, pestato selvaggiamente e tenuto in ostaggio per ore. Ha il volto tumefatto, lividi su tutto il corpo, un trauma all’occhio sinistro e la frattura dello zigomo sinistro, A.S., 43 anni, camionista siciliano. Da anni lavora per la Nicolosi Trasporti di Catania, una azienda leader nel trasporto nazionale ed internazione. “Una violenza gratuita ed inaudita”. Dicono gli  inquirenti che stanno lavorando sul caso e battendo ogni pista per individuare gli autori del sequestro. L’obiettivo probabilmente era il carico che però non sono riusciti a portare via. L’uomo stava trasportando capi di abbigliamento destinati ad una azienda cinese con sede a Roma. Si era imbarcato dalla Sicilia con la motrice carica di merce giovedì, arrivando nel porto di Salerno e da lì aveva imboccato l’autostrada verso Roma. Durante il viaggio aveva fatto sosta per riposare in un’area nelle vicinanze dello svincolo di Anagni. Stava dormendo nell’abitacolo del suo Iveco Stralis 500 EEV, quando, intorno alle 2,  ha sen

Articoli correlati

“Genny ‘a carogna” diventa collaboratore di giustizia

Redazione

Sportello antiviolenza, Maria Rosaria Aliberti : “Aiuto e sostegno alle donne”

Redazione

Sarnese: tutto in due gare

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy