Sarno Notizie
AttualitàNapoli

Caivano, rilancio in 7mesi. La «stesa» diventa reato

«Caivano, rilancio in sette mesi». Sì al reato di stesa

Da luogo di degrado a comunità energetica: è, in sintesi, la trasformazione generata dalla riqualificazione dell’ex centro sportivo Delphinia a Caivano, secondo quanto illustrato, ieri a Palazzo Chigi dal commissario di governo per Caivano Ciciliano. I lavori in sette mesi.

Nel decreto legge Caivano «il governo immagina di inserire il reato di “stesa”, ossia procedere in armi sparando. Finora era una aggravante, ora immaginiamo di trasformarla in un delitto autonomo». Lo ha confermato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Alfredo Mantovano.

Il sottosegretario ha spiegato che non è un provvedimento contro i minori, ma a favore dei minori per richiamare loro senso di responsabilità. “Il diritto minorile prevede la messa alla prova, istituto che ha una finalità positiva, cioè in relazione alla minore età del responsabile di determinati reati immagina un percorso alternativo alla detenzione, però questa alternativa riteniamo che non debba essere assoluta. Quando ci sono reati particolarmente gravi, tra cui l’omicidio, la messa in prova non sarà qualcosa di immediato”.

“Qualcuno ha molto criticato le norme in materia di criminalità minorile, che peraltro ci sono state sollecitate dai magistrati minorili che operano sul territorio – ha continuato Mantovano – ma se una persona prende un’arma e ne ammazza un’altra, come è successo per Giovanbattista Cutolo, e poi non ha il minimo della percezione della gravità del suo gesto in virtù di istituti che davanti a reati così efferati diluiscono il senso della gravità stessa, c’è il rischio che si ripetano. Non è quindi una disposizione contro i minori, ma a favore dei minori, per richiamare il loro senso di responsabilità”, ha concluso.

Articoli correlati

De Stefano: “Forza Italia vicina ai giovani:approvato voto fuori sede”

Redazione

Investe giovane a cavallo e scappa: la denuncia diventa virale

Redazione

La crescita del contagio rende inevitabile ormai la zona rossa in Campania.

Redazione

Rubrica Sociale: una finestra social per aggiornarsi e confrontarsi

Redazione

Terra dei fuochi, 4 attività sequestrate e multe per 60mila euro

Redazione

VIDEO | Commissione record e dubbi sulla regolarità: le accuse di Mannara

Redazione