Primo Piano

Buongiorno con le notizie del giorno

Di Maio verso l’addio leadership Cinquestelle 

Montano le voci di un possibile passo indietro, a breve, di Luigi Di Maio dalla guida del Movimento 5 Stelle, indiscrezioni per ora non confermate dal suo staff di comunicazione. Per oggi è prevista la presentazione di una squadra di ‘facilitatori’ regionali per raccordare centro e territori, il cui mandato dovrebbe durare quanto quello del leader e ci si attendono comunicazioni in merito. Intanto altri due parlamentari lasciano il Movimento, Michele Nitti e Nadia Aprile: dall’inizio della legislatura sono 31. Strappo tra Cinquestelle anche a Roma, dove 12 consiglieri comunali romani hanno votato contro la discarica scelta dalla Giunta Raggi.

Prescrizione: pressing Conte su Italia Viva 

Si è chiuso con un appello del premier Giuseppe Conte e degli alleati di maggioranza a Iv, il vertice sulla riforma del processo penale e la prescrizione di ieri sera a Palazzo Chigi.
A quanto si è saputo, dopo il no di Italia viva al lodo Conte, hanno prevalso gli appelli a non dividersi e provare ancora a mediare. Appuntamento, infine, ad un altro vertice per far sì che la settimana prossima i renziani non votino in Aula alla Camera la proposta di FI che mira a cancellare la riforma Bonafede. Renzi apre a modifiche del lodo, per il Pd la proposta di Conte non è incostituzionale.

Allarme per il virus cinese, primo caso negli USA

Il Comitato d’emergenza dell’Organizzazione mondiale della sanità si riunirà questa mattina a Ginevra per valutare la portata dell’epidemia del virus simile alla Sars. In Cina, secondo un bilancio aggiornato nella notte, il contagio ha toccato oltre 400 persone, con nove morti. Un caso è stato accertato ieri negli Stati Uniti, un altro a Taiwan. Rafforzati i controlli negli aeroporti, anche quelli italiani. Convocate per oggi le autorità sanitarie europee. Il virus contagia anche le Borse: in calo Europa e Wall Street, Tokyo apre all’insegna della cautela.
Dalla Cina arriva intanto un nuovo allarme: “il virus può mutare e propagarsi più facilmente”.

Peste suina, sequestrate 10 tonnellate di carne suina 

Maxi sequestro della guardia di Finanza di Padova di 10 tonnellate di carni suine provenienti dalla Cina, introdotte nell’Unione europea in violazione delle norme e potenzialmente contaminate dalla peste suina. I sanitari dell’Ulss 6 Euganea hanno ritenuto il prodotto potenzialmente molto pericoloso, tanto da non voler procedere a un’analisi della carne decidendo il suo immediato incenerimento. Il blitz in un magazzino dove si stavano scaricando da un camion proveniente dall’Olanda 9.420 kg di carne importata irregolarmente. Sotto sequestro l’attività commerciale.




Articoli correlati

Nuovo Palasport a Sarno: venerdì l’inaugurazione

Redazione

Nel Teatro di Corte di Palazzo Reale, il Generale De Leverano presenta il calendario 2017 dell’Esercito.

Redazione

Fifa 2017: nella colonna sonora c’è anche Rocco Hunt

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy