Primo Piano

Buongiorno con le notizie del giorno

Governo alla prova sulla manovra, oggi vertice di maggioranza  

Di Maio: “Senza di noi non si fa”. Zingaretti: “Così rischio crisi”

E’ alta la tensione nel governo all’inizio di una settimana complicata, con la manovra da definire nei dettagli schivando il fuoco di fila delle critiche dell’Ue, del centrodestra, di Renzi e dei Cinquestelle. Questo pomeriggio Conte riunirà i capidelegazione di maggioranza. Di Maio si è detto “fiducioso” in una soluzione ma sottolinea che, senza il movimento, non esiste manovra e non esiste governo. Zingaretti avverte: “il governo viene meno con le polemiche”. Poi aggiunge che “il Pd farà di tutto per andare avanti”. “Il governo ha preso degli impegni”, ricorda il segretario della Cgil Landini: se non li rispetterà “siamo pronti a una mobilitazione di piazza”. Subito dopo il vertice, il consiglio dei ministri. Sul tavolo il dl terremoto e il carcere per i grandi evasori.

L’appello di Renzi ai delusi di FI, “Dateci una mano”. Di Maio attacca: “L’epoca dei voltagabbana deve finire”

Dalla Leopolda Matteo Renzi apre ai delusi di Forza Italia e ai dem contrari all’intesa con i Cinquestelle. “A chi crede che c’è spazio per un’area liberale e democratica dico: venga a darci una mano. Italia Viva è aperta”. Di Maio lo attacca: “L’epoca dei voltagabbana deve finire”. E anche Salvini, che definisce Renzi “uno che rappresenta il 3% degli italiani, un pallone gonfiato, un ladro di democrazia”. Il leader di Italia Viva replica: “E’ un codardo che non ha il coraggio di dire le cose in faccia”.

In 10 anni triplicati i minori poveri in Italia

In Italia sono oltre un milione e 260 mila i bambini che vivono in condizioni di povertà assoluta; negli ultimi dieci anni sono triplicati: passando dal 3,7% del 2008, pari a 375 mila, al 12,5% del 2018. Di questi bambini, 563 mila vivono nel mezzogiorno, 508 mila al nord e 192 mila al centro. A denunciare la condizione di bimbi e adolescenti in Italia è Save The Children nell’Atlante dell’Infanzia a rischio, diffuso oggi in 10 città in occasione del lancio della campagna ‘Illuminiamo il futuro” per il contrasto alla povertà educativa.


Incidenti stradali, 24 morti negli ultimi 3 fine settimana

Ventiquattro persone, in gran parte giovani, sono morte sulle strade negli ultimi tre fine settimana. Lo rileva l’Osservatorio dell’Asaps, precisando che gli incidenti ‘del sabato sera’ sono stati 27 e che oltre alle 24 vittime si sono registrati 46 feriti. Due ragazzi di 16 e 17 anni sono morti ieri nel palermitano: alla guida dell’auto c’era un 20enne rimasto illeso, risultato positivo ad alcol e cannabis. L’associazione sollecita un aumento dei controlli e raccomanda prudenza sull’uso dei cellulari alla guida.

Articoli correlati

Discarica a Pioppazze la rabbia dei residenti

Redazione

Buongiorno con le notizie del giorno

Redazione

Sarnese-Pomigliano: c’è la “foca monaca”

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy