Attualità Brevi Primo Piano

Black out elettrico, pronto soccorso isolato

Pronto soccorso isolato per 6 ore senza contatti né con i reparti né con il 118. L’allarme dei medici: “Facciamo il possibile, ma siamo soli”. Un  guasto elettrico che ha toccato gli impianti facendo saltare i collegamenti telefonici e lasciando in black out i macchinari. Un’ emergenza nell’emergenza al “Martiri del Villa Malta” di Sarno che mercoledì è rimasto fermo dalle 11:00 alle 17:00. Pazienti che hanno atteso l’intera giornata  per un accertamento. Tanti altri hanno firmato le dimissioni per poter andare in un altro pronto soccorso dell’agro. Bloccata la Tac, spente le apparecchiature radiogene del pronto soccorso, interrotti i contatti con gli altri reparti del nosocomio. Il problema più grave si è presentato per la comunicazione con  le ambulanze del 118. I medici hanno inviato ad un certo punto i propri numeri di telefono cellulare per procedere alle trasmissioni emergenziali. Una situazione che sarebbe potuta degenerare se si fossero presentati casi gravi. Il personale medico e paramedico chiede più attenzione e risorse maggiori per aiutare la gestione del pronto soccorso dove spesso si verificano situazioni difficili. Solo qualche settimana fa una anziana rimase nel reparto del primo piano ben 34 ore prima di trovare un posto letto per il ricovero. La donna, 77 anni, di Sarno, era arrivata in ipoglicemia ed il medico di turno ne aveva disposto il ricovero. Esigenza che aveva innescato una vera e propria odissea. Una ricerca forsennata di un posto letto disponibile per un ricovero nei reparti di medicina, telefonate continue per ore. Prima a Salerno, poi allargando la richiesta con il tentativo in altri nosocomi. Esito negativo ovunque.

Articoli correlati

Punta su sistema numerico: Superenalotto vincente a Sarno 

Redazione

Beccato senza assicurazione tenta di corrompere i Carabinieri

Redazione

VIDEO | Allagamenti, gli agricoltori chiedono aiuto

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy