Primo Piano Sport

Ancora una sconfitta per la Sarnese. Addio alla salvezza diretta

La Sarnese si fa rimontare dall’Andria e saluta la salvezza diretta. Risultato è beffardo per i granata, nel finale, colpiscono una traversa con Chiacchio e, sul capovolgimento, prendono il gol della sconfitta. Probabilmente l’inesperienza ha condizionato una delle migliori gare della gestione Pepe. Tre espulsi dalla panchina, mister compreso, danno il senso di un nervosismo inutile per un impegno molto sentito. A parte il finale al cardiopalmo, la partita in sé non è stata bella. Forse, il primo vero tiro in porta della prima frazione di gioco è stato proprio il gol del vantaggio dei locali messo a segno da Sellitti quasi sul duplice fischio. Pepe ritrova Pantano e da’ fiducia ai fratelli Sannia. La sarnese parte bene. Al 6’, Sellitti ci prova dalla mediana e rasenta il palo. Al 24’, è l’Andria ad affacciarsi dalle parti di Mennella con Bozic che tira fiacco. Al 44’, le avvisaglie del vantaggio. Langella crossa da sinistra per la testa di lepre che inzucca di un soffio a lato. Un giro di lancette e Sellitti ruba palla a centrocampo e si invola. Supera il diretto marcatore e batte Zinfollino in uscita. L’Andria non ci sta a aperdere per il suo traguardo play off. Così, butta nella mischia tutti i pezzi pregiati che non tradiscono. Fino alla mezzora, la Sarnese tiene. Al 29’, Iannini scodella in area un pallone spizzicato di testa da Adamo che insacca. L’Andria prende sempre più campo e la Sarnese si ritrae provando il contropiede. Al 33’, Andrea Sannia salva sulla linea. Al 45’, Sellitti da sinistra crossa per il neoentrato cacchio che, sottomisura, colpisce la traversa. Sul capovolgimento di fronte Siclari fa festa e tocca in gol un assist Adamo. La Sarnese si deve arrendere alla sfortuna e alla gioventù. 

Gaetano Ferrentino – Foto: Daniela Belmonte

Sarnese (4-3-2-1): Mennella, Sannia S., Terracciano, Sorriso (35’ st Adamo G.), Sannia A., Pantano, Cassata (31’ st Chiacchio), Langella, Lepre, Sellitti, Maione (38’ st De Simone. A disp.: Scognamiglio, Siciliano, Rossi, Crispini, Manzo, Maiorano. All.: Pepe

Fidelis Andria (3-4-3). Zinfollino, Porcaro, Forte (1’ st Adamo E.), Cristaldi, Petruccelli, Varriale (25’ st Manno), Benvenga, Bortoletti (1’ st Iannini), Paparusso, Bozic (12’ st Siclari), Cipolletta (19’ st Zingaro). A disp.: Addario, De Filippo, Piperis, carrotta. All.: Potenza

Arbitro: Ancora di Roma 1 Reti: 45’ pt Sellitti (S), 29’ st Adamo E. (F), 45’ st Siclari (F) Note: spettatori 300 circa. Espulsi dalla panchina al 13’ st mister Pepe, al 17’ st Sconamiglio (S) e al 40’ st Crispini (S). Ammoniti: Cassata, Petruccelli e Benvenga. Angoli: Sarnese-Fidelis 2-3. Recupero: 1’ pt, 6’ st

L’intervista

Delusione nello spogliatoio granata per una sconfitta sentita come immeritata e rabbia per come è maturata. Mister Alfonso Pepe analizza: “Mi dispiace perdere in questo modo una partita che stavamo dominando. Ci siamo praticamente fatti male da soli. In cinque minuti, abbiamo avuto due occasioni clamorose e non le abbiamo sapute sfruttare. Siamo stati puniti. L’Andria non mi ha impressionato. Abbiamo annullato in campo il grande divario tecnico. Dobbiamo dire addio alla salvezza diretta, ma ora puntiamo ai sei punti per giocare in casa il play out”.

Articoli correlati

In carcere gli stupratori minorenni. Si indaga su altre presunte violenze

Redazione

Reggina-Sarnese, designato l’arbitro: sarà il 27enne albanese Eduart Pashaku

Redazione

Carro funebre sospetto intercettato dai carabinieri…

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy