San Marzano Sul Sarno Notizie Primo Piano Attualità Angri

Allagamenti tra Angri e San Marzano,chiesto lo stato di calamità

È pronto a richiedere lo stato di calamità per la sua città il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli, alla luce degli ingenti danni causati dagli allagamenti degli ultimi giorni. Allagamenti che hanno messo in ginocchio una vasta area di periferia, tra i comuni di Angri e San Marzano sul Sarno, da via Orta Longa, in località Avagliana, a via Marconi, località «Ciampa di Cavallo».

Una situazione di emergenza che ha indotto i sindaci dei due territori ad evacuare nel giro di una settimana una trentina di famiglie in tutto, rimaste bloccate all’ interno delle loro abitazioni, invase dall’ acqua. «Porteremo avanti la nostra battaglia – tuona Ferraioli – Dichiarare lo stato di calamità dopo quello che è successo è un atto dovuto nei confronti della nostra comunità, soprattutto nei confronti di quei cittadini che si sono trovati, per l’ ennesima volta, le proprie case piene d’ acqua. Ogni volta che piove, ci allaghiamo. È una situazione insostenibile. Non possiamo più aspettare. Bisogna intervenire, e subito». A San Marzano sul Sarno, domenica sera, il sindaco Carmela Zuottolo era stata costretta a firmare un’ordinanza per evacuare in via precauzionale tutta la zona Ponte Marconi.

Intanto, arrivano segnali incoraggianti. Ieri mattina, come era stato preannucniato, il consigliere regionale Franco Picarone ed il vice presidente della Regione Fulvio Bonavitacola si sono confrontati in call conferenze con i referenti della direzione regionale della Protezione civile, Uod «Ciclo rifiuti e Difesa suolo», Eda, Sma Campania e Consorzio di bonifica integrale del comprensorio Sarno, per approfondire il caso degli allagamenti in località Ponte Marconi.

Daniela Faiella 

Articoli correlati

Un Rosario di palloncini ondeggia sull’ospedale di Sarno

Redazione

Padre Pepe, concelebrazione record ​per i cinquat’anni di sacerdozio

Redazione

Sarno: due positivi al Covid. Rientri da Sardegna e Grecia

Redazione