Notizie Primo PianoEventi

A cena con due chef: i maestri Alfonso Crescenzo e Gioacchino Nocera

La location suggestiva di Palazzo Celentano per  “A Cena con Due Chef”. Una cornice antica, romantica, raffinata. Una atmosfera calda nello storico palazzo restaurato con una quasi maniacale cura dei dettagli per garantire un tuffo in un luogo incantevole. Per immergersi in una serata di sapori e colori, odori e sfumature. Un momento per dare spazio ai sensi, a tutti i cinque sensi. Vista, tatto, olfatto, udito e… gusto.

Il cibo come elemento di linguaggio, come colonna culturale. Le pietanze a sottolineare convivialità ed identità dei popoli.

Il cibo come delizia di occhi e palato. In una ricerca estetica e di sapori incessante, precisa, accurata. La cucina come patrimonio delle regioni.

E così a Palazzo Celentano saranno i maestri Alfonso Crescenzo e Gioacchino Nocera a dare vita ad una architettura di sapori, profumi. In una mescolanza precisa, attenta e scrupolosa di ingredienti di indiscutibile qualità e di legame con la terra e la tradizione. Meticolosi gli chef, già nella ricerca degli abbinamenti nel menu. In cui si amalgamano perfettamente variazioni, bollicine ed il celebre ragù napoletano.

E si sublimano i sapori.

Cena a quattro mani con Alfonso Crescenzo e Gioacchino Nocera ed i loro successi nei tornei di cucina in Italia ed oltre. Promotori dei sapori campani in giro per il mondo, tra Lussemburgo, Germania, Cina, Serbia

 

Menu della serata

Aperitivo di benvenuto: fritto napoletano e bollicine

Variazione di coniglio

Candela ripiena al ragù napoletano

Pancia di maialino con millefoglie di patate e San Marzano

Zabaglione al caffè

Ricotta e Marroni con salsa di Nocillo

(Il Podestà Ristorante – Il Giardino delle Esperidi – Tenuta Iovine, azienda vinicola dal 1890)

Per info e prenotazioni info@palazzocelentano.com

081957830 – 3475397166

Articoli correlati

Paso Adelante: 10 anni di emozioni! Grande show in piazza

Redazione

Appello al Presidente Canfora – Valico di Chiunzi, la via del turismo emblema del degrado

Redazione

Milone lascia Idv e spiega i motivi della “rottura insanabile”

Redazione

Mostre: Napoli, al villaggio Longola tre piroghe dell’età del Ferro

Redazione

Covid in provincia di Salerno, i contagi continuano a risalire

Redazione

Rifiuti abbandonati, la lettera di Canfora: “Denunciamo e condanniamo chi deturpa Sarno”

Redazione