Notizie Primo PianoAttualità

Pane e caffè adesso aumenta tutto. Le bollette fanno schizzare i prezzi

Le bollette fanno schizzare i prezzi e mettono in difficoltà le imprese

I rincari energetici mettono in difficoltà le imprese.  Quello che fino a poco tempo fa era solo un allarme, adesso è un dato di fatto.
Le imprese fanno i conti con il caro bollette. Per tutti si parla di un aumento dal 50 all’80% sui consumi energetici.

Secondo l’analisi di Assoutenti, a confermare i rincari dei prezzi sia l’Istat, che a dicembre ha registrato per il comparto bar un incremento medio dei listini del +2,8%, sia le stesse associazioni di categoria, con la Fipe che ha dichiarato che il 76% dei gestori di bar avrebbe aggiornato i propri listini tra la fine del 2021 e la prima parte del 2022.

Alla base degli aumenti che stanno interessando caffè, cappuccino e cornetti troviamo sia il caro-bollette, con i rincari record di luce e gas scattati lo scorso 1 gennaio, sia il forte rialzo delle materie prime, con le quotazioni del caffè cresciute del +81% nel 2021, quelle del latte del +60%, quelle di zucchero e cacao del +30% – analizza Assoutenti – maggiori costi in capo agli esercenti che, inevitabilmente, vengono scaricati sui consumatori finali.

Il governo: decreto energia

Un nuovo decreto-energia dovrebbe arrivare la prossima settimana e sarà di “ampia portata”. Lo annuncia il premier Mario Draghi dal porto di Genova: non solo il Piano coi fondi europei sosterrà crescita e stabilità del Paese nel medio periodo ma nel frattempo il governo non “dimentica famiglie e imprese in difficoltà” e, anzi, sta lavorando a un nuovo provvedimento per calmierare gli aumenti di luce e gas che hanno registrato un “boom”, certifica l’Arera, nonostante gli interventi messi in campo finora.

Il prezzo dell’energia elettrica nei primi tre mesi dell’anno è raddoppiato (+55%) e poco meno ha fatto il gas (+41,8%), creando problemi non solo a famiglie e alle attività produttive, ma anche agli enti pubblici locali.

Ieri tanti comuni italiani hanno lasciato al buio piazze e monumenti alle 20, per mezz’ora.

Un’iniziativa lanciata dall’Anci che stima per le amministrazioni comunali un aggravio di almeno 550 milioni di euro, su una spesa complessiva annua per l’energia elettrica che oscilla tra 1,6 e 1,8 miliardi di euro.

 

Articoli correlati

12 ore senza acqua: rubinetti a secco da mercoledì sera fino a giovedì mattina

Redazione

Incidente sulla 268, perde la vita una ragazza

Redazione

Pompei, scoperta piantagione di marijuana nel parco archeologico

Redazione

Dimissioni Salerno, nuovi equilibri in giunta

Redazione

Uccise la moglie con 40 coltellate, trent’anni di carcere al barbiere

Redazione

Calcio balilla: Luciano Squitieri e Gerardo di Benedetto trionfano e vincono tutto!

Redazione