Via Lavorate, continua emergenza. I residenti preoccupati. Sindaco ed assessore tranquillizzano  

Redazione
Da Redazione marzo 11, 2016 11:57

Via Lavorate, continua emergenza. I residenti preoccupati. Sindaco ed assessore tranquillizzano  


La via di fuga in caso di frana è in continua emergenza. Inaugurata venti giorni fa, la strada provinciale, via Vecchia Lavorate, cede ancora. Lavori costati 660 mila euro, appaltati dalla provincia e cofinanziati dall’Unione Europea. Ieri di nuovo al lavoro sulla arteria che tre anni fa era crollata per il maltempo e stavolta si cercano le cause di crepe, avvallamenti e punti di cedimento del manto stradale. Il paradosso è che la strada in questione sia stata individuata, nel piano di protezione civile, come via di fuga in caso di evacuazione e rischio frana. Ieri mattina, a guardare gli operai a lavoro mentre trivellavano un lato della carreggiata, c’erano diversi residenti della zona che per tre anni hanno vissuto a pochi passi da un burrone, con la zona interamente transennata di piloni in cemento e rete arancione.  Poche parole mentre osservavano montare l’ennesimo cantiere. “La strada se ne è scesa da un lato, sempre lo stesso – hanno spiegato – Poche settimane fa qui c’erano centinaia di persone per l’inaugurazione, stamattina solo gli operai. Non si è visto nessuno. Non sappiamo più se ridere o piangere. Ma siamo al sicuro qui?”.  Sembrava finalmente chiuso un capitolo eppure qualcosa forse è andato storto. A spiegarlo è stato l’assessore ai lavori pubblici, Emilia Esposito. “In mattinata abbiamo saputo di questa cosa e ci siamo messi in contatto con l’impresa. Voglio ricordare che i lavori non sono del Comune, ma della Provincia. L’impresa teneva già sotto controllo la situazione aveva fatto dei sopralluoghi per questi avvallamenti ed un tratto particolarmente scosceso. E’ stato divelto l’asfalto, sono stati fatti dei controlli ed ora si dovrà rifare e riparare. L’asfalto probabilmente durante i lavori non si era costipato bene nel sottofondo. Bisogna vedere cosa diranno i direttori ed i collaudatori dei lavori. Ora è importante che facciano i lavori bene e non in fretta, quindi non abbiamo chiesto i tempi per l’ultimazione. Non c’è un problema di sicurezza, è solo una cattiva lavorazione ed una fase dei lavori non curata nel modo giusto”. Il sindaco Giuseppe Canfora ha rassicurato. “Nulla di grave. Si sono verificate delle crepe nell’asfalto, un abbassamento di terreno al di sotto del manto. La ditta è intervenuta per evitare si formassero buche che potevano risultare pericolose”. 
 

Redazione
Da Redazione marzo 11, 2016 11:57

Seguici su…