Ultimo confronto tra i candidati a sindaco

Redazione
Da Redazione maggio 18, 2014 14:40

Ultima possibilità di confronto, ancora una volta assente il candidato Sebastiano Odierna. Il cirielliano ha fatto pervenire un comunicato stampa ad un’ora dall’inizio dell’evento “Verso il voto: il confronto”, spiegando che i  motivi della rinuncia sarebbero da ricercare negli “attacchi personali e mai politici di cui è pieno il web”. "Ha deciso di non presenziare ad alcun confronto pubblico – così la nota –  perché non intende dare adito ad ulteriori polemiche". Boom di presenze in piazza IV Novembre, tanti i cittadini che hanno potuto seguire il tutto da un maxischermo, con diretta radio su “Radio Base” e diretta streaming su “Sarno Notizie”.  Al tavolo di dibattito politico hanno preso parte sei aspiranti alla fascia tricolore, non sottraendosi ad alcuna domanda. Franco Annunziata, Lucio Annunziata, Giuseppe Canfora, Antonio Crescenzo, Giovanni Montoro, Ernesto Odierna messi a sette domande più l’ultima come appello al voto. Si è spaziato tra i temi più caldi e sentiti. Il recupero dell’esistente e quindi tutte le strutture abbandonate ed ipotesi di ristrutturazione e riutilizzo; edilizia e sicurezza scolastica; sanità e fondi da canalizzare dalla Regione Campania all’ospedale di Sarno; realtà agonistiche e strutture sportive;  ricostruzione e messa in sicurezza del post alluvione non trascurando l’evidente abusivismo edilizio sul territorio; pressione fiscale e difficoltà per l’economia ed il commercio; l’esternalizzazione dei servizi ed i tre casi più spinosi: Gori, Soget, piano sosta. I candidati sindaco hanno utilizzato tutti i tre minuti per l’ultimo appello al voto.

Giovanni Montoro: “Governare non significa comandare, ma avere rispetto verso chi si ha difronte. La politica non è sporca, è stata sporcata dagli uomini”. Giuseppe Canfora: “Mi impegno ancora una volta per questa città perché seimila giovani sono andati via e non si può restare impassibili davanti ad un paese che ha perso la bussola”. Ernesto Odierna: “Non sono uno dei soliti nomi, vogliamo i giovani, nessun tirapiedi. Riprendiamoci la libertà e fermiamo i voti inutili”. Antonio Crescenzo: “Ho sempre immaginato che la politica fosse un’arte suprema. Questo è il momento di scegliere e siamo pronti a fare la storia”. Franco Annunziata: “Il sindaco deve essere un tecnico con l’anima, la nostra missione è rendere Sarno una città da vivere”. Lucio Annunziata: “Se volete stravolgere questo paese avete trovato il pazzo per poterlo fare, io non farà accordi con nessuno”. Obiettivo centrato, ossia dare la possibilità a ciascun candidato di esprimere il proprio progetto per la città di Sarno.  

Rossella Liguori  –  Foto di Luciano Squitieri 

 

[print_gllr id=1971]

Redazione
Da Redazione maggio 18, 2014 14:40

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE