Tentativo di furto al liceo, chiesti più controlli

Redazione
Da Redazione febbraio 10, 2017 12:16

Tentativo di furto al liceo, chiesti più controlli

Rompono le finestre e tentano di entrare nelle aule del Liceo Scientifico di Episcopio per fare razzia. Il raid non è riuscito e per fortuna tutte le apparecchiature più costose, i computer, le lavagne, gli impianti sono stati trovati al loro posto. E’ accaduto la scorsa notte e ad accorgersi dell’accaduto sono stati gli insegnanti ed il personale scolastico primi ad arrivare in viale Margherita, all’edificio che accoglie i giovani liceali. Sul posto le forze dell’ordine che hanno provveduto insieme ai dirigenti a verificare eventuali ammanchi. Pare che in zona non ci siano telecamere di videosorveglianza, quindi nessun fotogramma utile per gli inquirenti per cercare di risalire al ladro. Il sospetto è che ad agire sia stata una sola persona e che nella difficoltà di arrampicarsi e poi portare via gli oggetti dall’esterno, abbia rinunciato al furto. Nella stessa notte un box auto di una abitazione privata, sempre nella periferia di Episcopio, è stato forzato, senza però portare via alcunchè. Nelle ultime settimane non si contano i furti nelle abitazioni, soprattutto ad essere prese di mira sono le zone periferiche. Da Lavorate a Foce, ladri che entrano negli appartamenti anche con i proprietari all’interno. Una escalation che non ha lasciato indenni neppure cimitero e zona industriale dove è stata fatta razzia di rame e tombini in ghisa. I cittadini chiedono maggiore controllo ed una implementazione delle telecamere di videosorveglianza che già in altri casi sono risultate utili alle indagini di polizia e carabinieri. Un nuovo piano è stato attuato con occhi meccanici piazzati nelle aree più sensibili: da Piazza Marconi alla zone dello Stadio felice Squitieri; da via San Valentino a via Livenza. Pare essere stato, però, dimenticato il famoso “Patto per Sarno Sicura”. Il piano avrebbe dovuto garantire controllo ed azioni di prevenzione, più uomini e più mezzi, più telecamere nelle aree critiche, maggiore sorveglianza nelle zone periferiche. Prevista una “cabina di regia” con Prefetto, un rappresentate della Questura di Salerno, uno dell’Arma dei carabinieri, una della Guardia di Finanza e, per il Comune di Sarno, il comandante della Polizia Municipale, con il compito di analizzare periodicamente lo stato di sicurezza della città e mettere in atto le eventuali azioni di protezione.

Redazione
Da Redazione febbraio 10, 2017 12:16

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE