Sversati liquami nei canaloni della messa in sicurezza post frana

Redazione
Da Redazione aprile 20, 2016 12:20

Sversati liquami nei canaloni della messa in sicurezza post frana

Reflui e melma scaricati nei Regi Lagni, i canaloni che rientrano nel sistema di messa in sicurezza post frana.  A notare gli strani liquami sono stati alcuni residenti di viale Margherita, che hanno subito segnalato la cosa. Lungo il canale che attraversa la strada, le abitazioni e finisce verso vasca San Giovanni, nei giorni scorsi, si sono visti più rigagnoli di acque melmose di cui non si conosce la provenienza. Il dubbio è che si tratti di scarichi illeciti. Il problema che si pone e sui controlli e di conseguenza anche sullo stato dei luoghi, delle opere e dell’intero sistema di messa in sicurezza. I canaloni nella parte alta di Episcopio, zona maggiormente colpita dalla frana del 5 maggio 1998, sono divenuti alveo di rifiuti, fusti, erbacce che ne hanno ridimensionato la portata iniziale. Ai problemi dei canali si aggiunge il grosso interrogativo su vasca San Giovanni, sequestrata 4 anni fa per pascolo abusivo ed altre ipotesi di reato. L’area, che si trova al centro di abitazioni, versa in un totale stato di degrado ed abbandono. La vasca rientra nelle competenze di Arcadis, l’agenzia regionale per la difesa del suolo. Nei giorni scorsi c’è stato un sopralluogo da parte dell’ufficio manutenzione del comune ed è stato appurato che l’impianto di illuminazione e videosorveglianza della vasca è stato asportato da ignoti. Il vice sindaco, Gaetano Ferrentino, ha inviato una nota ad Arcadis spiegando che: “Lo stato igienico della vasca è assolutamente carente e necessita di pulizia, considerate anche le lamentale dei residenti e visto che la stessa si trova in zona urbanizzata. Bisognerebbe, quindi, da parte vostra provvedere al ripristino degli impianti asportati, ma, prima ancora, alla pulizia, previa richiesta di autorizzazione ad Antimo Angelino, nostro funzionario, nominato dalla Procura di Nocera custode del bene. Sarebbe opportuno anche valutare di formulare istanza di dissequestro all’Autorità giudiziaria potendo essere venute meno le esigenze cautelari”. 

Redazione
Da Redazione aprile 20, 2016 12:20

Seguici su…